post icon

Bevo, Riciclo, Creo

Ricercatori e non negli ultimi tempi sono unanimemente d’accordo sul fatto che l’invenzione che cambier? maggiormente il nostro futuro sar? la stampa in 3D, ovvero creare noi stessi a casa un oggetto in plastica partendo da un disegno in terza dimensione fatto a computer.
L’ICTP – International Center of Theoretical Physics – ha portato a “La Notte dei Ricercatori” per TriesteNext, il Perpetual Plastic Project, ovvero un assaggio di come una stampante 3D pu? essere utilizzata anche in ambito domestico da tutti noi.
In questo caso partendo da un bicchiere di plastica possiamo creare praticamente qualsiasi cosa, come per esempio un anello.
Il bicchiere viene lavato, sminuzzato e pressato in modo da diventare un filamento di plastica che poi viene collegato alla stampante 3D che crea rapidamente l’oggetto desiderato.
Facile, veloce e pratico, proviamo a pensare all’utilit? di questa macchina a casa nostra… Incredibile!
Resta solo da capire come disegnare un oggetto in 3D ma per fortuna c’? AutoCAD…

Daniele De Marco

[youtube]http://youtu.be/dIq3kwRVFqk[/youtube]

28 settembre 2013

Questo post è stato scritto da: triestenext

Trackbacks e pingbacks

  1. Bevo, Riciclo, Creo | Il blog di Daniele De Marco - 3 novembre 2013

    […] Daniele De Marco per TriesteNext – Il Piccolo […]