post icon

Tre Allegri Ragazzi Morti, i servi della luna

Sabato 2 febbraio, The Cage Theatre. I Tre Allegri Ragazzi Morti tornano a Livorno e presentano il nuovo disco “Nel giardino dei fantasmi“.

Quasi due ore di live, pubblico in maschera, palco tappezzato dai disegni di Davide Toffolo, che assieme alla band ripercorre tutti i dischi dei TARM e chiude con un brano dal sapore popolare e di resistenza. E’ “La Tatuata bella“, un adattamento attualizzato del motivo tradizionale lombardo “La canzone del non lavoro”. Con questo canto corale, i Ragazzi Morti gettano le maschere e, salutando il pubblico, intonano con loro: “Padrona mia ? la luna e altro io non ho“.

Vai all’intervista: clicca QUI.

Questa la scaletta (foto sopra) del concerto:

Mai come voi – Quasi adatti – Il Principe in bicicletta – Puoi dirlo a tutti – La faccia della luna – La mia vita senza te – I cacciatori – Occhi bassi – La via di casa – Alle anime perse – La fine del giorno – Bugiardo – Di che cosa parla veramente una canzone – Il mondo prima – Country boy – Signorina Primavolta – Voglio – Nuovo ordine /Encore 1/ La ballata delle ossa – Mio fratellino ha scoperto il rock’n’roll – Dimmi – Bella mia – 15 anni gi? /Encore 2/ La poesia e la merce – Ogni adolescenza – Francesca ha gli anni che ha – 61 anni boy – La tatuata bella

  • del.icio.us
  • Digg
  • Diigo
  • Facebook
  • FriendFeed
  • Google Bookmarks
  • Tumblr
  • Twitter
4 febbraio 2013

Questo post è stato scritto da: dserpan

Nessun commento

Lascia un commento