post icon

Demo&Dischi: Shed of Noiz, da Rosignano ?Verso le stelle?

Shed of Noiz FOTO 1 tirreno

di Alessio Santacroce

Grandi novit? in casa Shed of Noiz, la giovane band di Rosignano in procinto di presentare il nuovo nato, ?Ad S?d?ra?. L?album, registrato allo “Shed Studio” nell’autunno del 2014 e prodotto da Mario Sardi, esce in questi giorni per la label siciliana Sinusite Records. Il mastering questa volta ? stato affidato alle sapienti mani del Sage studio di Nashville (Tennessee USA), che ha conferito al suono un impatto notevole. Aspettando la presentazione ufficiale che avverr? sabato 26 marzo all?ex cinema Lumi?re di Pisa, ci siamo fatte quattro chiacchiere con i componenti della formazione.

?Per realizzare questo concept album, abbiamo iniziato a creare nuovi pezzi senza preoccuparci di esprimere un concetto particolare. Mentre il disco prendeva forma, prima spontaneamente e poi volontariamente, abbiamo legato i pezzi attraverso il tema della fuga e del viaggio. La fuga intesa come il bisogno istintivo di allontanarsi, di non accontentarsi delle apparenze effimere di ogni giorno. Il viaggio come ricerca di se stessi ed eterna avventura. Il titolo Ad S?d?ra viene di conseguenza. In latino significa ?verso le stelle?; le stelle come meta del viaggio, metafora di ci? per cui vale la pena fuggire da tutto. In questo momento stiamo promuovendo il nostro progetto tramite una campagna di crowdfunding, esattamente sul portale di Musicraiser: chiunque pu? supportarci con un contributo che verr? ricompensato con il cd fisico, la t-shirt e molto altro ancora.? Ascoltando il disco la prima cosa che mi viene da pensare ? che questi ragazzi sono diventati grandi: possono vantare un suono molto personale, riconoscibile, e brani come ?4351? e, soprattutto, ?Atto III? dimostrano quanto gli Shed of Noiz siano maturati in pochi anni. Parlando delle difficolt? che incontrano le band underground nella nostra zona dicono: ?Musica buona dalle nostre parti ce n?? molta, ma mancano i locali dove suonare, e anche se trovi una serata sembra di fare un piacere al gestore del club! Assurdo! Spesso i cachet sono ridicoli o inesistenti! Che fare? PERSISTERE e non suonare mai senza cachet. I proprietari dei locali vanno educati sul valore della musica.? Parole molto dure ma che certamente fanno riflettere. Concludo ricordando che nella formazione militano Luca Bicchielli alla voce e alle tastiere, Mario Sardi alla chitarra e ai cori, Giulio Panieri al basso e ai cori e Mattia Salvadori alla batteria, cori e chitarra. Da menzionare anche l?ospite Stefano Brutti al ?didgeridoo? in “Ovest”.

  • del.icio.us
  • Digg
  • Diigo
  • Facebook
  • FriendFeed
  • Google Bookmarks
  • Tumblr
  • Twitter

Questo post è stato scritto da: dserpan

Nessun commento

Lascia un commento