1 0 Archive | Humanoira RSS feed for this section
post icon

Demo / Humanoira, rock sperimentale e teatralit

“Demo? ? una rubrica del Tirreno dedicata alle band locali a cura di Alessio Santacroce. Ecco la trentasettesima puntata.

La musica degli Humanoira mi fa pensare a un’installazione artistica. Sar? per la copertina dell’album ?L’arte di sciogliere la neve? (ed.Snowdonia), dove i nostri amici sono stati trasformati in statue, o forse per quel mix di rock sperimentale che, unito ad una spiccata teatralit?, ti fa percepire la musica in forma quasi materica.

L’intento della band ? quello di non porre limiti alla composizione, i brani sono lunghi in pieno stile prog, con linee vocali spesso recitate che trascinano l’ascoltatore in contesti dove ironia e sarcasmo la fanno da padroni. ? un lavoro difficile, ma ricco di momenti profondi e originali. Per Arondeband ho scelto la title track, canzone che parte lenta, malinconica, per poi aprirsi alle distorsioni e finire con una poesia interpretata con stile dal bravo cantante-chitarrista Riccardo Vivaldi. Da elogiare la cura degli arrangiamenti e la definizione dei suoni, mai impastati o confusi.

Nell?arco degli anni, la band ha condiviso il palco con artisti del calibro di Giorgio Canali, Tonino Carotone, Il tetro degli orrori, e ha partecipato alle finali di Arezzo Wave. Gli altri membri degli Humanoira sono Davide Variale ai synth e al basso, Marco Palazzolo alla batteria e Marco Franchi alla chitarra. Un’altra bella realt? labronica su cui tenere gli occhi puntati. Prossimamente in diretta su Radio Incontro dove oggi ci sono i Recycle.

Humanoira – L’arte di sciogliere la neve by Tirreno

  • del.icio.us
  • Digg
  • Diigo
  • Facebook
  • FriendFeed
  • Google Bookmarks
  • Tumblr
  • Twitter
20 ottobre 2012
post icon

Humanoira in finale al Festival Pub Italia

La finalissima del Festival live Pub Italia? approda a Milano giovedi’ 26 Gennaio 2012, nella prestigiosa location del Lime Light, via Castel Barco 11 alle ore 21. L’evento vedr? susseguirsi sul palco personaggi del calibro di Tony Esposito, Joe Amoruso, Tony Cercola ,Franco Fasano; e poi ancora, dal cantautore Davide De Marinis agli Antigua , a JJ Vianello e tanti altri famosi artisti. Dopo dure selezioni e dopo essersi aggiudicate la finale nazionale a Milazzo quest’estate , tre band musicali, ovvero Sabba e gli incensurabili, Ylenia e Humanoira si daranno battaglia per vincere il festival al cospetto di una giuria di gran qualit? formata da Tony Vandoni, direttore artistico musicale di Radio Italia, Mitch di radio 105, Antonio Viceversa , dal mitico Alex Peroni e da altri prestigiosi giurati. Durante la serata saranno assegnati 2 premi AFI a sorpresa.

Gli Humanoira sono una band nata a Livorno nel 1999 da un’idea di Riccardo Vivaldi (voce, basso e chitarra) e Davide Varriale (synth e basso).? Marco Franchi (chitarra, organo), Eliano Brilli (basso)? e Marco Palazzolo (batteria) completano l’attuale formazione, che fa canzoni in italiano con un suono in bilico tra indie rock ed eletronica. Gli Humanoira hanno all’attivo un demo (“In rosa e in nero” del 2003) e il disco “L’arte di sciogliere la neve”, uscito nel 2007 per Snowdonia Records.

  • del.icio.us
  • Digg
  • Diigo
  • Facebook
  • FriendFeed
  • Google Bookmarks
  • Tumblr
  • Twitter
23 gennaio 2012
post icon

Humanoira

Cercali su: facebook | myspace

Leggi le notizie

Humanoira nasce a Livorno nel 1999 da un?idea di Riccardo Vivaldi (voce,basso e chitarra) e Davide Variale (synth e basso). Dopo vari avvicendamenti di personaggi all?interno del gruppo finalmente si delinea la struttura portante con l?ingresso di Marco Palazzolo alla batteria e Fabio Fantozzi alla chitarra. Sin dall?inizio il gruppo decide di cantare in italiano dando forma a un rock sperimentale con influenze che vanno dal post/rock noise (Sonic youth,Tortoise) alla progressive anni ?70, mescolate a intrecci di elettronica tramite synth.

Le prime incisioni del gruppo risalgono al 2001, con canzoni che deridono ogni tipo di struttura e che lasciano libero sfogo a ogni sensazione circostante i membri del gruppo al momento della composizione.
I live degli Humanoira comprendevano anche una parte di teatro sperimentale tramite installazioni o performance di attori che fortificavano lo spessore emotivo del concerto rendendolo a suo modo unico e delirante con chiari riferimenti alle intuizioni stilistiche di Carmelo Bene. Dopo l?entrata nel gruppo di Marco Palazzolo, nelle strutture dei pezzi comincia a delinearsi una certa geometricit?, dando alla canzone una linea piu? diretta e incisiva con un basso (che a volte diventano due) e una batteria molto ritmici dove suoni acidi di chitarra e sintetizzatori possono liberarsi e dar vita a un suono psichedelico e avvolgente.

Il titolo del demo ?In Rosa e Nero? (2003) ? perfettamente in linea con l?ambientazione in cui si muovono i loro brani: corridoi umidi, scuri ma dipinti di rosa, intensit? di atmosfere.
Vero punto di forza nella musica degli Humanoira ? il cantato di Riccardo Vivaldi, che con un fare un po’ teatrale e sicuramente mai scontato ti trascina in situazioni al limite, dell?impossibile dove la realt? si fonde con la fantasia: paesaggi malati, attimi di vita, sentimento, poesia, giochi di parole, dove ironia e sarcasmo non mancano. Nel corso degli anni, Humanoira divide il palco con numerosi artisti, tra cui Giorgio Canali e Rosso Fuoco, Malfunk, Appaloosa,Tonino Carotone, Il Tetro degli Orrori, The Eternals , SuperSystem, Le gorill. Inoltre, il gruppo viene selezionato alle finali di Arezzo Wave nel 2003 e Musica Viva nel 2005.

Nel dicembre del 2006 c?? un ennesimo cambio di formazione: Marco Franchi prende il posto di Fabio Fantozzi alla chitarra. Nel 2007 arriva la collaborazione con Snowdonia Records con la quale il gruppo registra il suo disco d?esordio che si intitola ?L?arte di sciogliere la neve?; 9 episodi in cui gli Humanoira maturano un suono in bilico tra indie rock ed elettronica, mixato dalla consapevole mano di Aaron Jacoponi Perelli.

Dopo le molte date che hanno accompagnato l’uscita del disco (Cuneo, Brescia, Novara, Perugia, Pisa, Cascina, Firenze), a fine 2007, il primo vero tour, nel Sud Italia: Taranto, Caserta, Napoli Benevento .
Nel 2010: grazie a Vincenzo Cirillo, gli Humanoira approdano in terra francese, dilettandosi in un mini tour di 6 concerti. Segue il momento di riordinare un po’ le idee e cominciare a registrare i pezzi nuovi che nel frattempo sono nati in sala prove.

Chi sono:

Riccardo Vivaldi: voce, basso e chitarra
Davide Variale: synth, basso
Marco Palazzolo: batteria
Marco Franchi: chitarra

Discografia:

2003 -? ?In Rosa e Nero? (demo)
2007 ?? ?L?arte di sciogliere la neve? (Snowdonia Records)

  • del.icio.us
  • Digg
  • Diigo
  • Facebook
  • FriendFeed
  • Google Bookmarks
  • Tumblr
  • Twitter
23 giugno 2011