1 0 Archive | Shed of Noiz RSS feed for this section
post icon

Demo&Dischi: Shed of Noiz, da Rosignano ?Verso le stelle?

Shed of Noiz FOTO 1 tirreno

di Alessio Santacroce

Grandi novit? in casa Shed of Noiz, la giovane band di Rosignano in procinto di presentare il nuovo nato, ?Ad S?d?ra?. L?album, registrato allo “Shed Studio” nell’autunno del 2014 e prodotto da Mario Sardi, esce in questi giorni per la label siciliana Sinusite Records. Il mastering questa volta ? stato affidato alle sapienti mani del Sage studio di Nashville (Tennessee USA), che ha conferito al suono un impatto notevole. Aspettando la presentazione ufficiale che avverr? sabato 26 marzo all?ex cinema Lumi?re di Pisa, ci siamo fatte quattro chiacchiere con i componenti della formazione. (altro…)

  • del.icio.us
  • Digg
  • Diigo
  • Facebook
  • FriendFeed
  • Google Bookmarks
  • Tumblr
  • Twitter
post icon

Demo: Shed Of Noiz, island’s mini tour

di Alessio Santacroce

Grande novit? in casa Shed Of Noiz, infatti, nell?ultimo weekend di maggio, la giovane formazione della provincia di Livorno sar? impegnata in un mini tour siciliano organizzato dalla Sinusite Records, etichetta che attualmente li promuove dopo la pubblicazione?in free download la riedizione di ?RE: SoN? (primo album ufficiale della band) con una grafica completamente rinnovata e una bonus track, ?Il Libro? (in ascolto su Arondeband), brano stoner cantato in italiano in puro stile SoN. Le date si terranno il 29 maggio al Sinusite Secret Show, il 30 maggio al Litania di Palermo, e il 31 maggio al Bands From Outer Space Fest, sempre nel capoluogo siciliano. Quest’ultima sar? la data pi? importante perch? vedr? la formazione toscana on stage come headliner nella quarta edizione del festival organizzato dall’etichetta palermitana nata nel 2010 da un idea del regista.musicista Duilio Scalici e Marco Gargiulo.?La band sta gi? lavorando al suo secondo album e quest’anno ha avuto l’onore di aprire il concerto dei The Fire al The Cage, dove sabato andr? in scena la seconda edizione dei Livorno Music Awards. Gli Shed Of Noiz sono Mattia Salvadori, Giulio Panieri, Luca Bicchielli, Dario ?Mario? Sardi.

  • del.icio.us
  • Digg
  • Diigo
  • Facebook
  • FriendFeed
  • Google Bookmarks
  • Tumblr
  • Twitter
post icon

Il nuovo video degli Shed of Noiz

Ecco il video del primo singolo estratto dal nuovo album degli Shed of Noiz “RE: SoN”. Clip realizzata da Giacomo Becherini in collaborazione con l’associazione culturale “L’Ombra Somigliante”. Il brano si chiama “Re Son

Ideato, diretto, ripreso e montato da: Giacomo Becherini
Aiuto regia: Alberto Pioli
Trucco: Serena Sardi
Prodotto da: Shed of Noiz

  • del.icio.us
  • Digg
  • Diigo
  • Facebook
  • FriendFeed
  • Google Bookmarks
  • Tumblr
  • Twitter
Leave a Comment
11 agosto 2013
post icon

Shed of Noiz stasera a Castiglioncello

Stasera, che sera, per gli Shed of Noiz. ?Ai Bagni Salvadori di Castiglioncello, la band alternative rock della provincia di Livorno presenta il videoclip del brano “Re Son“, girato da Giacomo Becherini, in collaborazione con l’Ombra Somigliante. Verr? proiettato il video e dopo ci sar? il concerto, in cui il gruppo presenter? i brani del nuovo disco intitolato proprio “Re:SoN”. Un lavoro composto da 8 pezzi in puro stile stoner rock alternativo, che mostrano una formazione in forma e pi? consapevole dei propri mezzi. Il passaggio al cantato in italiano e l?inserimento delle doppie voci sono il valore aggiunto di un lavoro piacevole gi? dal primo ascolto. Gli Shed of Noiz sono: Luca Bicchielli, Dario Sardi, Mattia Salvadori e Giulio Panieri.

  • del.icio.us
  • Digg
  • Diigo
  • Facebook
  • FriendFeed
  • Google Bookmarks
  • Tumblr
  • Twitter
9 agosto 2013
post icon

Parlano gli Shed of Noiz, vincitori del premio Demo al Fisoni 2013

Gli Shed of Noiz (nella foto di Francesco Salvadori) sono i vincitori del premio Demo al Fisoni 2013.?

Ecco l’intervista, ?di Alessio Santacroce?

Potete spiegare ai lettori il significato del vostro nome e perch? l’avete scelto?

“Shed of Noiz” significa letteralmente “capannone del rumore” e rappresenta fisicamente la nostra sala prove, un grosso capannone industriale dove diamo libert? alle nostre menti e ai nostri cuori. Ha quindi un’influenza su di noi e sulla nostra musica, per questo l’abbiamo scelto.

Da poco avete dato alla luce ?RE: SoN?, come definireste il genere del vostro primo album?

“E’ complicato classificarlo con un termine ben preciso. Quel che ? certo sono le influenze di mostri sacri come Tool, Queens of the Stone Age, ma anche Mogwai, Slint, Incubus. Quando serve, per?, buttiamo l? un “alt/stoner rock”.

Avete deciso di passare dal cantato in inglese a quello in italiano, una scelta coraggiosa.

“Il passaggio alla nostra cara lingua ? dovuto soprattutto all’iniziativa di Dario, autore di quasi tutti i testi, che ? riuscito a trasformare in realt? il comune bisogno di esprimerci e di essere ascoltati, (altro…)

  • del.icio.us
  • Digg
  • Diigo
  • Facebook
  • FriendFeed
  • Google Bookmarks
  • Tumblr
  • Twitter
post icon

Shed Of Noiz: l’album d’esordio

?Demo? ? una rubrica del Tirreno dedicata alle band locali a cura di Alessio Santacroce. Ecco la 79esima puntata.

A distanza di un anno torniamo ad occuparci degli?Shed of Noiz (nella foto di Francesco Salvadori), giovane band della provincia di Livorno?che, dopo aver dato alla luce due validi Ep, si presenta al pubblico col primo album. “Re:SoN” ? stato registrato tra gli ultimi mesi del 2012 ed i primi del 2013, ed ? composto da 8 brani in puro stile stoner rock alternativo che ci mostrano una formazione in forma e pi? consapevole dei propri mezzi. Il passaggio al cantato in italiano, l?amore per le sonorit? tanto care agli A Perfect Circle, e l?inserimento delle doppie voci (sono felice che abbiano dato ascolto alle mie critiche costruttive) sono il valore aggiunto di un lavoro piacevole gi? dal primo ascolto. Ci sono molte tracce che meriterebbero una menzione, ma farei salire sul podio quelle pi? ispirate come la bellissima semi-ballad ?Corri Dora? (qui sotto in ascolto free), la tooliana “Immutevole” o la mistica e introspettiva ?Senza Peso?, forse il pezzo pi? originale dell?intero album. Niente male i suoni, in particolare quelli della chitarra di Dario Sardi. Promozione a pieni voti per il vocalist Luca Bicchielli che anche dal vivo non tradisce mai le aspettative. Giulio Panieri e Mattia Salvadori invece formano una sezione ritmica compatta e affiatata, il vero motore del ?capanno del rumore?. Gli Shed of Noiz saranno tra i protagonisti del prossimo Premio Fisoni di Cecina che hanno gi? vinto in passato. Prossimamente su Radio Incontro.

04 Corri Dora by Sed Etiam

  • del.icio.us
  • Digg
  • Diigo
  • Facebook
  • FriendFeed
  • Google Bookmarks
  • Tumblr
  • Twitter
post icon

DEMO / Il grunge elettronico degli Shed of Noiz

?Demo? ? una rubrica del Tirreno dedicata alle band locali a cura di Alessio Santacroce. Online in questa pagina c’? anche un brano in anteprima.

? il momento di parlare, nel nostro spazio Demo, degli Shed of Noiz, giovane band della provincia livornese che in passato ? riuscita ad aggiudicarsi il contest ?Aspettando Italia Wave? e a suonare sull’ambito palco del ?Love festival?. Il loro primo EP ?Primates? mi ha convinto gi? dal primo ascolto. Il sound ? minimale, senza fronzoli, un grunge contaminato da sprazzi di elettronica e condito dalla voce di Luca Bicchielli particolarmente adatta al genere appena descritto. I testi, per nulla scontati, sono tutti nati dalla penna del bassista Giulio Panieri, e il gruppo si completa con la chitarra di Dario Sardi e la batteria di Mattia Salvadori.

La canzone che preferisco ? certamente Cold, chiaro esempio di come si pu? realizzare un buon pezzo utilizzando soltanto gli strumenti classici del rock. Molto belle anche ?Chemical Game? e la bonus track ?A tale Of Decadence?, ma in realt? tutto il lavoro ? da promuovere. Una band senza prime donne che punta al risultato finale di un disco da ascoltare con attenzione e che lascia ben sperare per il futuro. Gli Shed of Noiz hanno gi? varcato i confini nazionali, dopo la vittoria al premio Fisoni sono andati a suonare in Baviera, e questa ? decisamente la strada giusta che devono seguire per togliersi ancora molte soddisfazioni. L’unico suggerimento che mi sento di dare agli Shed ? quello di inserire qualche controcanto nei brani per renderli ancora pi? interessanti. Nell’attesa di scoprire il prossimo lavoro, vi consiglio di ascoltare Cold e di scrivere le vostre opinioni.

Cold by Il Tirreno

Per essere recensiti sulla rubrica ?DEMO? ? necessario recapitare una busta alla redazione del Tirreno, in viale Alfieri 9, con il cd, una breve biografia e una foto a colori.

  • del.icio.us
  • Digg
  • Diigo
  • Facebook
  • FriendFeed
  • Google Bookmarks
  • Tumblr
  • Twitter
8 giugno 2012