post icon

Toncelli risponde a Cannito

Ci aveva gi? pensato Andrea Bruno Giovannelli, come componente del coordinamento di Progetto per Livorno, a rispondere ad alcune dichiarazioni lasciate queste mattina sulla pagine del Tirreno dal candidato di Citt? Diversa, Marco Cannito. Ma adesso arriva la risposta dello stesso Cristiano Toncelli, che come era facile immaginare, non ci va per il sottile, soprattutto dicendo che “Cannito ha il “complesso della prima donna”, che ora si stizzisce perch? pretenderebbe di avere la luce dei riflettori e l’esclusivit? della scena. Dimostri di averli ancora, i consensi, invece di millantarli”. Parole forti a cui forse Cannito risponder? un giorno con i fatti oppure con altre dichiarazioni, in ogni modo, ecco l’intervento nel quale Toncelli accusa che “Citt? Diversa ha in totale una pagina e mezzo piena di luoghi comuni”. Per concludere Toncelli lancia il monito “Visto che Cannito si ? assunto il compito di “difensore di micro-interessi particolari”, sappia che un sindaco ? ben altro”. Chiss? che succeder? in futuro, di seguito la lettera completa:
“Ho letto ora l’intervista a Cannito e devo dire che sono molto deluso. Ci vuole coraggio per dire che loro si sarebbero “messi a disposizione di tutti […] ma si parlava sempre di nomi e alleanze, non di programmi”. Progetto per Livorno ha un programma serio e completo fatto di documenti specifici e scritti in forma di punti chiari. Citt? Diversa ha in totale una pagina e mezzo piena di luoghi comuni (esempio: “Piano straordinario per dare a tutti una casa”. Geniale!!). Senza contare che nei molti incontri che PpL ha organizzato (sempre noi, mai loro), Cannito non si ? mai presentato, mandando suoi inviati a dire in pratica che il candidato doveva essere lui. E’ proprio lui che parlava di nomi! Mi pare anzi che l’intervista al Tirreno dimostri che Cannito ha il “complesso della prima donna”, che ora si stizzisce perch? pretenderebbe di avere la luce dei riflettori e l’esclusivit? della scena. Dimostri di averli ancora, i consensi, invece di millantarli. Inoltre, come dice giustamente Francesco, a Cannito manca completamente la seriet? per quanto riguarda il lavoro, visto anche che nel passato si ? sempre schierato contro le aziende. Dire che il lavoro si crea con le “piccole opere” ? come ammettere che non ne capisce nulla. Si rende conto che il nostro porto sta morendo? Cosa ne pensa della Darsena Europa, allora? E del bacino di riparazione? Lo lascerebbe cos?? Cannito dice che io non posso nascondere responsabilit? di governo. Ha pienamente ragione. Non le nascondo affatto. Anche perch? ? proprio grazie a quelle che so quanto sia difficile governare, mentre lui si pu? permettere di girare per la citt? dando semplicemente ragione a tutti quelli che incontra, non avendo mai affrontato il fatto che fare scelte anteponendo l’interesse generale a quello particolare comporta sempre scontentare qualcuno. Visto che Cannito si ? assunto il compito di “difensore di micro-interessi particolari”, sappia che un sindaco ? ben altro”.

Questo post è stato scritto da: la redazione

Nessun commento

Lascia un commento

Rispondi

È necessario essere registrato in per lasciare un commento.