1 0 Tag Archives: eventi
post icon

Il mondo di Joel Peter Witkin in mostra a Firenze

Un’opera di Peter Witkin

Una mostra che stordisce, incanta e scardina le certezze sulla pacatezza del mezzo fotografico. Fino al 24 giugno 2013 il Museo Nazionale Alinari della Fotografia di Firenze presenta Joel Peter Witkin.

55 fotografie che valgono come 110, perch? la mostra di Joel Peter Witkinamericano di Albuquerque nato a New York nel 1939 ? cos? intensa da sembrare che persino gli spazi del MNAF siano raddoppiati.

Immagini ricche e allo stesso tempo estremamente pulite dove convivono riferimenti alla storia dell?arte, suggestioni immaginifiche e oniriche, legami con l?attualit? e una maestria tecnica, che oggi si dice d?altri tempi e che in sostanza ? quella che appartiene ai grandi maestri della fotografia, anche contemporanea, come Witkin.

Un ritratto di Joel Peter Witkin

 

Difficile affidare il racconto di Witkin al termine?fotografo, Witkin ? di pi?, si potrebbe definire?un artista che si esprime attraverso la fotografia?e questa per lui non ? solo uno strumento di rappresentazione, ma ? protagonista quanto il soggetto.

Non ? sufficiente pensare di vedere queste immagini, c?? una tale concentrazione di elementi che?? indispensabile guardare,?lasciare che l?opera fagogiti i nostri sensi.

Witkin spiega come lo spettatore del suo lavoro dovrebbe leggere sempre, prima di tutto, il?titolo dell?opera, in questo trover? l?idea, la suggestione dalla quale questa si ? alimentata.

Un?idea che rispecchia la visione di?Joel Peter Witkin, l?importanza del significato di un?opera, i criteri di bellezza che travalicano quelli rinascimentali e la convinzione che la morte come parte della vita possa essere rappresentata spogliata della sua pesantezza, senza ossequio, ostentata persino.

 

 

 

post icon

Luciano Ciriello: Un secolo di storia di Livorno, “con gli occhi di un fotoreporter”

Luciano e Paolo Ciriello Foto Azzurra Biagi

Il pubblico ? quello delle grandi occasioni e in effetti questa ? una grande occasione per la storia della nostra citt?. Pi? di un centinaio di fotografie selezionate dall?archivio di Luciano Ciriello, novant?anni, di cui cinquanta spesi a correre su una bicicletta, ventiquattrore su ventiquattro, sette giorni su sette a immortalare la vita e i fatti di cronaca di Livorno e che recentemente ha donato il suo archivio, oltre 800.000 fotografie, alla citt?. ?Con gli occhi un reporter? questo il titolo della mostra ? un?occasione per ricordare o per conoscere fatti, sguardi e stralci della citt?, guardandola appunto attraverso gli occhi di un reporter. ?Cirello ? stato un fotografo cronista- ha spiegato l?assessore Tredici- con una capacit? interpretativa che ha saputo spesso guidare anche la mano dei giornalisti e che ha fatto alla cittadinanza un regalo di un valore inestimabile destinato a crescere nel tempo?. Un archivio che racconta la citt? dal 1945 agli anni novanta. ?In ogni citt? esistono personaggi speciali che rappresentano non solo un elemento della coscienza storica, ma che hanno avuto anche occasione di poterla vivere nel suo cambiamento ? ha spiegato il sindaco Cosimi – le fotografie che ci sono state regalate testimoniano una vita spesa a cogliere questi eventi, una documentazione da proteggere e passare alle generazioni future?. Il protagonista della mostra commosso ha ricevuto anche una targa per il suo lungo impegno ?come fotografo e acuto cronista? e emozionato ha ringraziato tutti dicendo soltanto: ?La fotografia ha sempre detto la verit??. Con gli occhi di un reporter, sar? visitabile gratuitamente negli spazi della biblioteca di Villa Fabbricotti fino al 11 maggio.