1 0 Tag Archives: fotografia
post icon

Il Nuovo Nuovo Mondo: da Firenze i classici della pittura reinterpretati da uomini e donne di oggi

 

? Mark Abouzeid, The New New World

Mark Abouzeid?? un fotografo, vive a Firenze e si occupa di diversi tipi di fotografia: in particolare ? interessato a ci? che accade nel mondo, viaggia molto con l?idea di restituire, attraverso la fotografia, la sua idea?sulla cultura e la condizione umana. Un suo progetto interessante, che sar? in mostra a Firenze a maggio, ??The New New World?e presenta una reinterpretazione di alcuni dei pi? famosi ritratti rinascimentali, da Lorenzo il Magnifico a Caterina de? Medici, da Savonarola a Laura Battiferri.

?? tutto iniziato con una specie di senso di frustrazione, la frustrazione del fatto che Firenze continua a guardare al passato, come fosse un oggetto statico – ha spiegato il fotografo al Daily Mail – ? nata allora l?idea di selezionare una serie di dipinti del Rinascimento e farli reinterpretare agli immigrati che vivono a Firenze? Dovremmo prendere questo passato, questa ricchezza che ci ? stata lasciata e spostare tutto ci? in avanti, verso il futuro. ?

I soggetti sono stati scelti non solo per una somiglianza fisica ma con l?idea che in qualche modo ? per le scelte di vita, per la postura, per qualcosa che lo ispirava ? potessero rappresentare i loro omologhi rinascimentali.?L?artista per ricostuire al meglio i dipinti ha usato Photoshop, per migliorare la grana, impastare l?immagine, sistemare i colori ed avvicinare il pi? possibile i quadri alle fotografie.

The New New World?verr? presentato all?interno della rassegna?Non sono clandestino?il cui scopo?? di far emergere molteplici voci sotto forma di arte e cultura. In occasione della mostra, le opere d?arte esposte saranno in vendita e il ricavato verr? devoluto alle famiglie di?Samb Modou e Diop Mor,?i due senegalesi uccisi nel dicembre 2011 a Firenze.

post icon

In arrivo le mostre e i workshop del Fotofestival di Rosignano

 

E’ previsto per il 5, 6 e 7 aprile l’appuntamento con la seconda edizione del festival di fotografia di Rosignano.In programma, mostra, letture portfolio e workshop.

Tra le prime che segnaliamo la mostra di Milo Montelli, Simone Mizzotti ?e Alessandro Calabrese del collettivo Luoghicomuni, il?6 Aprile, ore 21.30 presenteremo il lavoro inedito MEMBRANA

post icon

Paolo Ciriello, premiato al CliCiak, il concorso per la fotografia di scena cinematografica

La foto di Paolo Ciriello che ha vinto il premio speciale ?Ciak ritratto d?attore sul set?

Questo lo scatto del fotografo livornese Paolo Ciriello che si ? aggiudicato il premio speciale “Ciak ritratto d’attore sul set” assegnato dalla direzione e dalla redazione del mensile di cinema “CIAK” ?per la sezione colore.

La foto ritrae l’attore Valerio Mastandrea sul set del film?I padroni di casa?di Edoardo Gabbriellini.

La giuria della sedicesima edizione di?CliCiak, il concorso dedicato alla fotografia di scena del cinema italiano, composta da Giuseppina Benassati, Cesare Biarese, Giorgio Diritti e Viviana Gandini dopo aver esaminato i molti materiali iscritti al concorso, ha apprezzato inoltre ?il lavoro complessivo di?Maila Iacovelli?e?Fabio Zayed?per il film?E? stato il figlio?di Daniele Cipr?, assegnando per la prima volta, ed eccezionalmente, un doppio premio, sia per la?miglior serie in bianco e nero?che per la?miglior foto singola a colori. Un doppio riconoscimento alla capacit? di documentare la lavorazione del film nell?autonomia del linguaggio fotografico.

(altro…)

post icon

Il mondo della fotografia piange Gabriele Basilico

Se n’? andato all’eta di 69 anni?il fotografo architetto, uno dei pi? grandi fotografi documentaristi contemporanei, noto per le sue ricerche sul paesaggio urbano.?Un lutto che colpisce il mondo della fotografia che questo genio del bianco e nero ha caratterizzato attraverso le sue immagini?che hanno incorniciato, registrato e documentato centinaia di spazi urbani e citt? del mondo, riuscendo trasmettere la loro sensualit?, a decifrare le contrapposizioni pi? stridenti e a dare dignit? anche ai luoghi pi? derelitti.

“Il risentimento ? cieco, ovale, stizzito, ringhiante – ? il risultato di una sottrazione: la messa a fuoco del proprio talento, meno il valore che gli altri gli riconoscono. Se il saldo ? positivo, o solo lievemente negativo, la tua voce cambia, il tono cambia, lo sguardo cambia, la felicit? momentanea negli scambi tra esseri umani ? tecnicamente dolce e possibile. Le persone che hanno messo a frutto il proprio talento, e che hanno avuto la fortuna di vederlo riconosciuto anche aldil? delle proprie aspettative, di rado conoscono il risentimento.” Leggi il resto:?http://www.linkiesta.it/gabriele-basilico-gianluigi-ricuperati#ixzz2LFTA9j3p

Uno scatto di Gabriele Basilico

18 febbraio 2013
post icon

Di cosa ? fatta una fotografia?

 

Tornando da Parigi pensavo che qualche volta i nostri cugini d’ oltralpe sembrano davvero illuminati.. Anche in riferimento alla fotografia i francesi rifiutano i termini anglosassoni pi? comuni per usare i loro, decisamente pi? accurati.

In francese quindi la fotografia digitale ? numerique, quella analogica ? argentique.

Le due definizioni sono direttamente connesse con la materia di cui una foto ? fatta: numeri nel primo caso (anche digit significa numero), argento (la grana di alogenuri) nel secondo.

 

Un articolo interessante qui:

http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/12/26/di-cosa-e-fatta-fotografia/455241/?fb_action_ids=10151154747125047&fb_action_types=og.recommends&fb_source=aggregation&fb_aggregation_id=288381481237582

post icon

“EPEA 01”. A Lucca, dodici fotografi ci portano alla scoperta delle identit? europee.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=JDm-D4DRO0U[/youtube]

 

Inaugurata ieri a Lucca, la prima edizione della mostra fotografica itinerante dell?EPEA-European Photo Exhibition Award grazie alla quale si apriranno ?per la prima volta al pubblico tutti i locali del Palazzo della Fondazione Banca del Monte di Lucca.

La mostra che rester? aperta fino al 6 gennaio 2013 con le opere di giovani talenti europei coinvolti in un progetto internazionale promosso dalla Fondazione Banca del Monte di Lucca (Italia), dalla Funda??o Calouste Gulbenkian (Portogallo), da Institusjonen Fritt Ord (Norvegia) e K?rber-Stiftung (Germania).

Il tema di ?EPEA 01? ? ?Identit? Europee?, e fa riferimento tanto alle attuali problematiche di coesione e di unit? quanto agli aspetti di diversit? culturale che caratterizzano l?Europa, costituendo per i fotografi l?opportunit? di concentrarsi tanto su istanze di carattere individuale quanto sociale, politico, culturale, nazionale e sovranazionale.

Sono 12 i protagonisti della manifestazione, 3 per ciascun Paese, tutti giovani fotografi che vivono e lavorano (principalmente) in Europa, scelti dai curatori incaricati da ogni Fondazione. ? Enrico Stefanelli, fotografo, ideatore, promotore e organizzatore del Lucca Photo Festival fino al 2011, che cura l?iniziativa per conto della Fondazione BML e che ha selezionato per l?Italia alcuni giovani talenti. Si tratta di Gabriele Croppi (Milano), che utilizza la fotografia come forma artistica e ha recentemente vinto il primo premio al prestigioso IPA (International Photography Arward); Davide Monteleone (Roma) che, nell?ambito del World Press Photo, ha vinto un premio nel 2007 e due nel 2011; Pietro Masturzo (Napoli) che nel 2010 ? stato il vincitore assoluto del World Press Photo.

La mostra
I progetti fotografici selezionati, estremamente diversi tra loro, vengono presentati nel catalogo ed al tempo stesso in una mostra itinerante che ? ospitata nelle principali sedi espositive e durante i pi? importanti festival d?Europa, come il Paris Photo, offrendo ai fotografi emergenti l?opportunit? di esibirsi in sedi prestigiose. La prima mostra si ? tenuta ad Amburgo nel maggio scorso presso la House of Photography/Deichtorhallen; la seconda ? tutt?ora in corso a Parigi presso la sede della Fondazione Calouste Goulbenkian, poi sar? la volta di Lucca (dal 25 novembre al 6 gennaio 2013) e infine di Oslo dove sar? allestita nella prossima primavera, presso il Nobel Peace Center.

Le diverse interpretazioni del tema e la novit? del progetto europeo appena lanciato si riflettono nelle modalit? di presentazione del catalogo: ciascun artista viene presentato individualmente attraverso un?introduzione contenente una sua dichiarazione, un?intervista con un commento da parte del curatore per finire con la descrizione del progetto fotografico.

Oltre a quelle degli artisti italiani sopra menzionati, le altre opere in mostra sono di: Catarina Botelho, Jos? Pedro Cortes, Jo?o Grama, Monica Larsen, Frederic Lezmi, Hannah Modigh, Linn Schr?der, Marie Sj?vold e Isabelle Wenzel. A guidarli in questa esperienza sono gli altri tre curatori della manifestazione: Rune Eraker (fotografo freelance, Oslo), S?rgio Mah (curatore e sociologo, Lisbona), e Ingo Taubhorn (curatore presso la House of Photography / Deichtorhallen, Hamburg).

 

La mostra, a ingresso libero, resta aperta tutti i giorni (escluso il 25 dicembre) fino al 6 gennaio 2013, con il seguente orario: dal luned? al venerd? dalle 15,00 alle 19,30; sabato, domenica e festivi dalle 10,00 alle 19,30.

Per informazioni:
www.fondazionebmlucca.it
www.epeaphoto.org
www.studioesseci.net

 

http://www.luminafestival.it/