1 0 Tag Archives: Michele Lezza
post icon

Dalla fotografia al documentario: “Il mio lavoro? Dare una voce a chi non ne ha una”

Michele Lezza

Michele Lezza, ? un documentarista livornese. Dopo una formazione come cameraman a Roma presso il Centro Sperimentale Televisivo, si ? fatto le ossa sul campo lavorando per 6 anni come cameraman, montatore, regista in varie televisioni toscane. ?Ha realizzato?numerosi documentari e cortometraggi di carattere sociale, politico, culturale e antropologico, lavorando anche per varie istituzioni e ONG e partecipando con successo a diversi festival.

Diventa documentarista, dopo aver frequentato la scuola di cinema ZeLIG a Bolzano,?per dare voce a chi non ce l’ha, parte?dall?Europa e passando da Cuba, Messico, Guatemala, India, Sudan, Etiopia, Egitto, Tanzania arriva fino in Mozambico, Sud Africa e Kenya.

-Quando, come e perch? hai iniziato a riprendere?

La passione di riprendere l?ho sempre avuta sin da ragazzino. Ovunque andavo mi portavo la mia sony hi8: concerto dei Rage Aganist machine, gavettonate ai pancaldi, manifestazioni ecc? e proprio durante una manifestazione al G8 di Genova nel 2001 ho capito che quella telecamera sarebbe diventata lo strumento del mio lavoro. Rimasi scioccato di quanto accadde l? e capii l?importanza di raccontare storie vere.

?-Dove vivi attualmente?

In Pettine House! La mia casa-officina sul pontino.

?-Il video che hai girato a cui sei pi? legato?

Tanti. Ma l?esperienza che mi porto sempre dietro ? stato in Kenya nel 2008, ero l? per un documentario. Una sera conobbi per caso un discografaro olandese che stava facendo un progetto con dei ragazzini hip-pop salvati dalla strada. Dopo qualche giorno gli stavo girando il videoclip all?interno della discarica di Nairobi la pi? grande del mondo. Uno scenario allucinante dove si ? riusciti a trovare della bellezza unica.

?-Di che tipo di documentari ti occupi?

Di film documentari. Uso la parola film perch? spesso il documentario ? inteso come reportage di viaggi o si pensa a Quark sugli animali. Invece ? tutt?altra cosa.

(altro…)