1 0 Tag Archives: Cutigliano
post icon

Jagermeister party a Cutigliano

Sabato 13 dicembre nella sala ex Rond? Priscilla di Cutigliano “BE THE NIGHT MEISTER”, una serata con musica dal vivo e dj set per ballare e scatenarsi fino a tarda notte. Ecco il programma dell’evento, organizzato dalla Proloco di Cutigliano.

Dalle 21:30 porte aperte per il concerto live degli APNEA (band della Montagna pistoiese) a seguire dj set fino a tarda notte.

post icon

La Befana prende casa a Cutigliano

Grande novit? di queste feste natalizie, la casa della Befana sar? visitabile tutti i giorni dal 24 dicembre al 6 gennaio sotto la Loggia dei Capitani di Cutigliano. Ricco programma di eventi in tutto il territorio comunale.

Per queste festivit? natalizie la Befana trasloca a Cutigliano. Dal 24 dicembre al 6 gennaio tutti i bambini potranno farle visita nella casetta che Ccn e Proloco di Cutigliano hanno allestito sotto la Loggia dei capitani. Dopo l’accensione in contemporanea degli alberi di Natale, assieme ai bambini delle scuole, in tutte le frazioni comunali e i mercatini dell?8 dicembre, il programma prosegue a Cutigliano con la rassegna dei Caff? letterari, incontri culturali seguiti da apericena. Il 21 dicembre alle 17, concerto col Gruppo bandistico Appennino pistoiese, la corale S. Barbara e il coro di S. Bartolomeo. Il 24 dicembre Babbo Natale inaugurer? la Casa della Befana con doni per i bambini. Il 25 dicembre alle 12.30 aperitivo di Natale in piazza, mentre una festa alla sala ex Rond? Priscilla animer? l?attesa del nuovo anno. Dal 2 al 6 gennaio mercatino della Befana nel centro storico (dalle 16 alle 23). Il 2 gennaio zampognari per le vie del borgo e alle 21.30 tombola al Caff? Italia. Il 3 gennaio presentazione di libri per bambini e alle 21.30 concerto di musica celtica con “Jig Rig?. Il 4 gennaio concerti del coro dei bimbi di San Marcello (alle 17) e coro internazionale di Pistoia e Gospel della Montagna (21.30). Il 5 gennaio alle 17.30 la Befana distribuir? doni nella sua casa, alle 21.30 tombola al bar La Baita. Il 6 gennaio dalle 15.30 zampognari e alle 18 premiazione del presepe pi? bello. Per tutte le festivit?, degustazioni di prodotti tipici e vin brul? in piazza. A Pian degli Ontani, il 24 dicembre tradizionale festa del lancio della stella, una cometa di 7 metri illuminata che attraverser?, appesa ad un cavo, la Val Sestaione, accompagnata da fuochi d?artificio. Il 4 gennaio dalle 15 presepe vivente. Il 5 gennaio alle 22 canto della Befana in piazza con discesa della stella cometa, mentre il 6 gennaio alle 15 la Befana incontrer? Babbo Natale con regali per bambini e vin brul?. Il 27 dicembre e il 4 gennaio dalle 17 a Pian di Novello, ciaspolate in notturna nella riserva biogenetica. A Melo e Rivoreta, ciclo di tombole gastronomiche. (e.v.)

post icon

Alla Doganaccia si scia di notte. Da quest’anno 4,5 km di piste illuminate

Sciare di notte? A Doganaccia di Cutigliano da quest?anno si pu? grazie al nuovo impianto di illuminazione delle piste da sci inaugurato lo scorso venerd? con una festa al rifugio La Bicocca.

Una delle piste illuminate

38 torri di illuminazione che supportano 156 fari. Questi i numeri del nuovo impianto che, non appena ci sar? neve, permetter? di fruire, anche al calare dell?oscurit?, di 4 piste: le numero 1 e 2, il campo scuola e la pista Faggio di Maria, quest?ultima omologata per le gare da sci in notturna di livello nazionale. Il tutto per un totale di 4,5 km di tracciati sciabili in notturna, il che procura a Doganaccia il primato del pi? vasto comprensorio illuminato del centro Italia e l?unico con una pista omologata per le gare in notturna. Saranno fruibili col buio anche l?alpino bob su rotaia, i raccordi e ovviamente gli impianti di risalita. Si scier? tre sere la settimana, fra cui sempre il sabato sera dalle 19 alle 23. Gli altri giorni saranno comunicati sul sito web www.doganaccia2000.it di settimana in settimana a seconda delle condizioni meteo. Biglietto adulti per lo sci in notturna 15 euro; 10 euro il ridotto. Possibilit? di skipass stagionali comprensivi dello sci serale e convenzioni con lo stagionale Val di Luce. Il nuovo impianto, dal costo di 169mila euro, ? stato finanziato per 86mila euro dalla Regione, 42mila dalla Provincia e 41mila da Doganaccia 2000. (e.v.)

post icon

A Cutigliano torna la serata dedicata alle donne

Sabato 8 marzo?2014?

Torna al Rond? Priscilla di Cutigliano la serata evento?dedicata alle donne!

Nella giornata della mimosa, anche quest’anno i ragazzi della Proloco di Cutigliano organizzano una festa con tanta musica ed animazione …. dedicata al pubblico femminile con le esibizioni dei gruppi locali Macho Man, 50 Celle Boys e Cutigliano dream man.

Dj set a cura di Matteo e Simone.

Per info visita la pagina Facebook “Rond?Priscilla Cutigliano”.

post icon

A Cutigliano si vota la mascherata pi? bella!

Sabato 1 marzo torna al Rond? Priscilla di Cutigliano la festa di Carnevale col concorso in maschera.

Le maschere sfileranno in passerella sul sottofondo musicale da loro scelto. Al termine del d?fil? la giuria voter? la maschera o la mascherata di gruppo pi? originale e/o bella.

Premio in palio 500 euro (raggiungibile con almeno 50 iscritti).

L’appuntamento ? nella sala ex Rond? Priscilla di Cutigliano dalle 22.30.

Musica e balli di gruppo con i dj Matteo e Simone.

Evento organizzato dalla Proloco di Cutigliano. Per info consulta la pagina Facebook Rond?Priscilla Cutigliano

post icon

In arrivo un weekend da sogno!

Neve e sole … cosa chiedere di pi? per una bella giornata di sci sulla Montagna pistoiese?

Le piste da sci adesso sono davvero perfette e la neve fresca caduta ieri ha creato un paesaggio da favola. Intanto le previsioni meteo pronosticano sole da oggi fino a marted?! E poi ancora neve …

Le stazioni di Abetone, Val di Luce? e Doganaccia di Cutigliano vi aspettano!

 

Foto: veduta del Monte Gomito dal passo dell’Abetone (foto di Sportprofessional Abetone)

post icon

Crema di ravaggiolo del ristorante “Il Nonno Cianco” di Cutigliano

Un dolce incontro fra una buona dose di creativit? e la miglior tradizione gastronomica della Montagna Pistoiese.

Quando i sapori della miglior tradizione montana incontrano?la creativit? di un cuoco pasticcere. Nasce cos? la “Crema di ravaggiolo alla salsa di lamponi”, uno dei cavalli di battaglia del ristorante Il Nonno Cianco situato in alto al paese di Cutigliano, a pochi passi dalla partenza delle funivia che in 8 minuti conduce nella stazione invernale di Doganaccia. Se c?? una cosa da invidiare a Il?Nonno Cianco ? anzitutto la posizione strategica, trait d?union tra il borgo storico e le piste da sci, ma ad affascinare il cliente locale o forestiero sono anche quel clima di ospitalit? e familiarit? che i gestori Tatiana Frullani ed Andrea Alisi sono subito trasmettere ai propri clienti. Il calore di una baita di montagna, con le panche in legno ed il caminetto acceso per riscaldare i freddi inverni e regalare una piacevole merenda agli sciatori in discesa con la funivia; ma anche una splendida terrazza panoramica sulle montagne, ombreggiata e comunicante col bar-ristorante, dove trascorrere piacevoli serate all?aperto durante l?estate. La cucina ? espressione della migliore tradizione toscana, rivisitata con alcuni influssi piemontesi e tocchi originali tratti dal diario della nonna cuoca. Tutto questo tradotto in sfiziosi piatti cucina con ingredienti sani e genuini il pi? possibile prodotti direttamente dalla aziende della montagna pistoiese secondo la filosofia del chilometro zero. Si spazia dalle gonfiate (una specie di gnocchi cucinati con la patate del Melo, prodotto tradizionale del territorio cutiglianese) agli gnudi ricotta e spinaci, al peposo di manzo agli involtini al sapore d?autunno. I dessert casalinghi, vera ciliegina sulla torta, sono preparati con la massima cura dal cuoco Andrea Alisi che vanta una lunga esperienza lavorativa nelle pi? prestigiose pasticcerie cittadine. Si spazia dal semifreddo alle castagne ed amaretto, ai pi? classici panna cotta e tiramis?. Vera specialit? del locale, la crema di ravaggiolo servita con salsa di lamponi. La base ? preparata a partire dal ravaggiolo, un formaggio fresco tipico della montagna pistoiese ottenuto dalla prima spremitura del latte di pecora, poi condita con una salsa di lamponi raccolti nei nostri boschi. Un dessert fresco, stuzzicante, adatto ad ogni stagione.

Elisa Valentini

Ristorante Il Nonno Cianco – Viale Europa, 23 – CUTIGLIANO (PT)

 

post icon

I Campionati Italiani Lions open tornano sulla neve di Abetone

Si ? aperta?gioved? sera,?con la cerimonia ufficiale tenuta nello storico Palazzo dei Capitani di Cutigliano, la 33? edizione dei Campionati Italiani di sci alpino e nordico Lions open, organizzati ogni inverno dal Lions Club Abetone e Montagna Pistoiese in collaborazione con altri Lions club d?Italia e che quest?anno, dopo 8 anni di trasferta, rientrano nella loro localit? d?origine: la montagna pistoiese.

Gli organizzatori del Lions locale hanno lavorato sodo, assieme alla Saf Abetone e all?associazione Sci montagna pistoiese, per predisporre le piste per le gare e la migliore accoglienza ai partecipanti: circa 400 persone da tutta Italia che per 4 giorni soggiornano nelle strutture ricettive di Abetone e dei paesi vicini. I soci Lions sono arrivati in montagna mercoled? e gi? da?gioved? si sono allenati in previsione della gare di sci di fondo e slalom parallelo a squadre che si sono svolte ieri sulle piste Maiori e Zeno 3 di Abetone, seguite oggi da una gara di slalom riservata ad amici e familiari. Questa sera ? prevista la cena di gala all?Ovovia di Abetone che chiuder? la manifestazione con l’arrivederci al 34? Campionato Italiano Lions Sci Vallecamonica 2015 . ?A me quest’anno l’onore e responsabilit? dell’organizzazione dei 33i Campionati Italiani? ha dichiarato il presidente del Lions Club Montagna Pistoiese, Guido Nesti ? nel 1971 i Giochi Invernali Lions italiani si svolsero per la prima volta all?Abetone, fondati dal mio club e da quello di Pavullo nel Frignano. Negli anni il service si ? ampliato, con l?ingresso dei club di Bormio, Fiemme e Fassa, Trento Host e Val Trompia fino all?attuale Pool a 9, e lo scorso anno ha ricevuto il riconoscimento della Federazione internazionale. Lo spirto resta quello di rinsaldare i vincoli di amicizia e stima reciproca fra persone che amano lo stesso sport e sono legate con dedizione al motto We serve. Trionfi l?amicizia e vinca il migliore?. Il ricavato sar? devoluto per due ?service? alla casa famiglia di Maresca (centro accoglienza per anziani non convenzionato Asl) e al Centro Lions Toscana disabili. Alla cerimonia sono intervenuti anche Giulio Scalet, presidente del comitato club organizzatori e Rolando Galli, presidente di Apm e Saf Abetone. Il sindaco di casa Carluccio Ceccarelli ed il sindaco di Piteglio Claudio Gaggini, nelle doppia veste di amministratori e soci Lions, hanno ricordato l?ottima e proficua collaborazione che il club da sempre intrattiene con le istituzioni e con le scuole del territorio. Esempio pi? recente fra tanti, il contributo di 1000 euro elargito per l?opera di illuminazione del Ponte sospeso.

post icon

A Cutigliano il primo Biostudio della Toscana

“Il Biostudio ? prima di tutto un progetto, un sentire comune. ? lo spazio dedicato allo svolgimento ottimale delle attivit? di Bioginnastica. Il Biostudio ? un centro che accoglie la persona e la conduce in un percorso di ascolto e di educazione, attraverso il corpo, verso la salute ed il benessere. L’obiettivo ? quello di creare una sinergia, nell’ottica della Bioginnastica, sull’evoluzione dello studio della postura con particolare attenzione alle varie patologie e alla loro prevenzione”.

E’?stato?inaugurato questo pomeriggio il nuovo Biostudio aperto da Barbara Petrucci nella sede dello Studio ginnico di Ponte Sestaione (Cutigliano) da lei fondato nel 1990 ed ampliato nell?ottobre 2011 con una nuova palestra. Il ?Biostudio ginnico? funziona in realt? da quasi due anni, ma solo ora che tutto ? definito Barbara, diplomata Isef ed istruttore tecnico di ginnastica acrobatica, si ? detta pronta per l?inaugurazione ufficiale nell?ambito di una tre giorni di stage residenziale guidato dall?ideatrice della Bioginnastica, Stefania Tronconi. I biostudi, ambienti ottimali per le sedute di bioginnastica, sono ancora rari: quello di Cutigliano ? l?unico in tutta la Toscana ed uno dei 6 finora aperti a livello nazionale. ?La Bioginnastica ? nata negli anni ?90 ? spiega Barbara Petrucci ? attraverso un lavoro sul corpo permette di riportare la persona verso se stessa facendole trovare il naturale equilibrio psico-fisico e dunque uno stato di benessere e salute. Qualche anno fa ? prosegue ? regnava la moda del fitness con la sola esecuzione di esercizi per migliorare l?aspetto estetico. Oggi in palestra si ricerca l?ambiente accogliente in cui poter staccare la spina dalla vita frenetica e recuperare l?armonia con se stessi. Biostudio vuol dire anzitutto sentirsi a casa propria?. Dopo tre anni di corso di formazione alla scuola di Faenza, Barbara ? divenuta operatore di Bioginnastica. ?Conobbi la Bioginnastica a Rimini Wellness nel 2004 ? ricorda Barbara ?era una disciplina ancora agli albori. Non capivo i benefici finch?, dopo la seduta, mi sentii sazia e piena di energia come non mai?. Oggi Barbara ? socio fondatore dell?associazione nazionale di Bioginnastica e conduce corsi sia individuali che di gruppo. Il Biostudio ha un ruolo cardine nell?accogliere gli allievi col calore di un tappeto a terra, le luci soffuse, le tonalit? tendenti all?azzurro che mutano durante la seduta. Cromoterapia, musica, profumi e l?ausilio di una ?biopalla? stimolano l?uso consapevole di tutti i sensi. Ogni luned? fino a fine febbraio si terr? l?Open day in cui gli interessati potranno assistere e provare i corsi attivi presso lo Studio ginnico.

Per info 3407718061

 

post icon

Gran successo per la Cometa di Pian degli Ontani

Ha regalato ancora una volta tanta emozione?lo spettacolo del lancio della stella cometa che come tradizione si ? svolto nella sera del 5 gennaio a Pian degli Ontani (nel Comune di Cutigliano). Sar? per l?entusiasmo che da sempre gli organizzatori della Val Sestaione sanno creare intorno alle loro iniziative o forse per il fatto che il 1? lancio del 24 dicembre (quando la stella viene posizionata sospesa sopra la vallata dove rimane per una decina di giorni, fino alla Vigilia dell?Epifania) fu seriamente compromesso dal maltempo. Quest?anno l?affluenza di spettatori, locali o turisti, registrata nella piazza dell?Acerone ha superato ogni aspettativa. La giornata si ? aperta col giro di questua dei Cantori della Befana della Val Sestaione che sin dal primo pomeriggio hanno portato di casa in casa, da Pian di Novello a Pian degli Ontani, il loro canto natalizio, abbigliati come i personaggi del presepe. Un gruppo quest?anno molto pi? numeroso con giovani new entry e molti bambini. Alle 21.30, mentre in la Proloco serviva necci e vin brul? ed il Gruppo Bandistico dell?Appennino Pistoiese suonava melodie natalizie, la stella cometa (una sagoma in plexiglass e metallo, ideata e costruita a mano dagli abitanti del paese ed illuminata dall?interno) che, appesa ad un cavo d?acciaio, ha attraversato dal monte antistante tutta la vallata fino alla piazza dell?Acerone accompagnata dallo spettacolo prodotto dai fuochi d?artificio caricati sul carrello posteriore. Si stima che il percorso compiuto dalla cometa, circa 800 metri , sia il pi? lungo in Europa nel suo genere. Nel frattempo sono arrivati in piazza i Cantori della Befana che, prima della loro esibizione, hanno intonato un?ottava? dedicata all?amico Francesco Nesti (Mattana) scomparso nel 2011 per una malattia.

Guarda in testa all’articolo?il video del Canto della Bafana (5 gennaio 2014)

Leave a Comment