1 0 Tag Archives: sport
post icon

All’Abetone, speciale 8 marzo sugli sci

UN REGALO PER LEI!

Sciare all’Abetone conviene ancora di pi??l’8 marzo. In occasione della Festa della donna, per ogni skipass giornaliero acquistato (da un uomo o da una donna) verr? consegnato un buono omaggio per il ritiro (da parte di una donna nella stagione 2013/2014) di un giornaliero feriale al costo di 1 euro.

Per info http://www.multipassabetone.it/

post icon

In arrivo un weekend da sogno!

Neve e sole … cosa chiedere di pi? per una bella giornata di sci sulla Montagna pistoiese?

Le piste da sci adesso sono davvero perfette e la neve fresca caduta ieri ha creato un paesaggio da favola. Intanto le previsioni meteo pronosticano sole da oggi fino a marted?! E poi ancora neve …

Le stazioni di Abetone, Val di Luce? e Doganaccia di Cutigliano vi aspettano!

 

Foto: veduta del Monte Gomito dal passo dell’Abetone (foto di Sportprofessional Abetone)

post icon

Snow running e sci alpinismo ad Abetone

Un sabato sera?sulle piste dell’Ovovia per vivere la neve in modo diverso dal consueto sci alpino.

Sabato 15 febbraio sar? una giornata all’insegna degli sport alternativi sulla neve all’Ovovia di Abetone dove l’associazione Sci Montagna pistoiese organizzer? due manifestazioni aperte sia agli agonisti che ai turisti.

Il programma si aprir? con la 2? edizione della Snow Run, una vera e propria corsa podistica con la peculiarit? di un tracciato costituito in parte da neve, quella battuta delle piste da sci. I partecipanti potranno scegliere fra due percorsi: uno turistico di 3,5 Km e l’altro agonistico di 6,5 Km. Il primo con partenza dall’Ovovia si snoda lungo via del Pescinone per giungere fino al Municipio di Abetone e relativo ritorno, mentre quello agonistico proseguir? risalendo la pista Zeno 2 fino ad immettersi sotto il tracciato dello skilift per risalirlo fino in cima e poi rientrare sulla pista Zeno 3 con l’arrivo a valle. Le iscrizioni saranno aperte dalle 16 alla partenza dell?Ovovia e l?inizio gara ? previsto per le 17.15.

In giornata verr? recuperata anche la gara di sci alpinismo “3? Ski…volando” rinviata lo scorso gennaio a causa del maltempo. La manifestazione, che da quest’anno fa parte del circuito “Dolomiti sotto le stelle” (33 manifestazioni a carattere agonistico di cui 31 sulle Dolomiti) prevede 4 categorie: agonistica e agonistica “FISI”, turistica e snowboard con percorsi differenziati fra chi vorr? gareggiare e chi opter? per una semplice ?passeggiata? con gli sci. La partenza ? prevista per le 19 dall’Ovovia. Gli agonisti percorreranno due volte la pista Zeno, i turisti una soltanto.

Entrambe le manifestazioni si svolgeranno in notturna e gli atleti dovranno essere muniti di pila frontale e, per lo sci alpinismo, anche di casco. Finite le due gare, atleti e familiari potranno cenare al self service dell’Ovovia dalle 20:30.

Hanno collaborato all’organizzazione il Comune di Abetone, la societ? impiantistica Saf, lo sponsor principale “La sportiva”, il Soccorso Alpino Toscano, la Polizia di Stato, il Gruppo Radioamatori, gli Alpini di Abetone e Cutigliano, i Maestri di sci ed il Servizio cronometraggio (ADSCOST)?.

post icon

32? Pinocchio sugli sci: arriva il villaggio per grandi e piccini

Che il Pinocchio sugli sci abbia sempre ben coniugato l?agonismo con l?aspetto coreografico ? un dato assodato. Quest?anno per? sar? ancora maggiore lo spettacolo che accompagner? l?evento pi? prestigioso dedicato ai giovani sciatori dai 7 ai 14 anni e che torner? a disputare le proprie finali ad Abetone dal 29 marzo al 5 aprile.?Vera novit??sar? il?Villaggio di Pinocchio con tanti intrattenimenti per bambini e per adulti che accompagner? in un vero? e proprio tour di Pinocchio le?principali tappe della manifestazione sportiva.?

Proprio ai bambini ? dedicato il Villaggio di Pinocchio, la novit? di questa 32? edizione presentata nei giorni scorsi nel negozio Nencini Sport di Calenzano (Firenze) – uno degli sponsor – alla presenza del Presidente della Provincia di Pistoia, Federica Fratoni, del Direttore di Confcommercio Pistoia, Tiziano Tempestini, del sindaco di Abetone, Giampiero Danti, del Vicepresidente del Consorzio Cimone, Andrea Magnani, del Vicepresidente del Comitato FISI Toscana, Giorgio Vannini, del Presidente di Apm, Rolando Galli e del Presidente dello Sci Club Pinocchio, Franco Giachini. Nell?area villaggio i piccoli sciatori ed i loro accompagnatori potranno svagarsi tra una gara e l?altra, con i giochi organizzati dagli animatori e gli spazi allestiti dagli sponsor Rossignol, Dynastar, Lange a Nencini Sport, Oscar Mayer e San Benedetto, il cui contributo, assieme al sostegno del Comune di Abetone, della Regione Toscana, della Camera di Commercio e degli altri soggetti citati, ha permesso il ripetersi del ?Pinocchio? nonostante la difficolt? a coprire costi sempre crescenti. ?Il villaggio? ha spiegato Galli ?servir? a rafforzare l?immagine della manifestazione in tutte le localit? dove far? tappa, con benefici in termini di partecipanti e promozionali per l?Abetone ed i suoi partner?. Oltre che ad Abetone, il villaggio far? tappa in 5 localit? sciistiche che ospitano le selezioni ufficiali: Piancavallo (Pn), Passo del Tonale (Bs), Moena (Tn), Sestriere (To) e Sestola (Mo). E proprio nel comprensorio del Cimone, altra novit? 2014, si svolgeranno le gare di recupero del Pinocchio sugli sci, ulteriore occasione per l?Abetone di avvicinamento col versante emiliano. ?Il Pinocchio ? un evento di primaria importanza per l?Abetone ? ha ricordato il sindaco Danti ? a livello agonistico, poich? ogni anno raccoglie ragazzi da 40 nazioni diverse, e soprattutto ci consente di allungare la stagione sciistica con 10 giorni di altissima affluenza a cavallo fra marzo ed aprile, quando le stazioni dell?alta Italia chiudono il bandone. Il tutto con ricaduta di circa 1 milione di euro sul territorio ed il tutto prenotato per molti hotel fra Cutigliano e Fiumalbo?. Anche quest?anno al Pinocchio saranno presenti dai 6 agli 8 ragazzi americani in rappresentanza della stazione di Aspen (Colorado) che presto si gemeller? con Abetone. (e.v.)

post icon

La ?valanga azzurra? si allena all?Abetone in vista delle Olimpiadi

Giuliano Razzoli sull’Ovovia del Monte Gomito (Abetone) nel dicembre 2012.

?
Arrivano questa sera ad Abetone gli atleti della squadra nazionale di sci alpino, presto in partenza per Sochi

Per la seconda volta nel giro di un mese Abetone si tinge d?azzurro. Arrivano nella celebre stazione sciistica gli atleti della nazionale italiana maschile di sci alpino che fra pochi giorni gareggeranno alle Olimpiadi invernali di Sochi in Russia. Dopo aver ospitato a met? gennaio le atlete italiane di Coppa del mondo, Abetone respirer? di nuovo l?aria preolimpionica per la gioia degli operatori turistici e degli appassionati, locali o turisti. Manfred Moelgg, Stefano Gross, Patrick Thaler, David Simoncelli, Luca De Aliprandini e Roberto Nani sono gli atleti che questa sera faranno il check-in all?hotel Abetone e Piramidi. E non mancher? ovviamente Giuliano Razzoli, sciatore originario di Villa Minozzo (Reggio Emilia) che ogni anno torna ad Abetone per i suoi allenamenti. Gli atleti si alleneranno gioved? e venerd? sulle piste dell’Ovovia Saf, disegnate da Zeno Col?, per il gigante e sulle piste di Gaetano Coppi al Pulicchio in vista dello slalom?speciale, seguiti dagli allenatori Jacques Theolier, Vittorio Micotti, Simone Del Dio, Alexander Prosch e Corrado Momo. ?Quanto alla scelta di Abetone per gli ultimi giorni di preparazione della Nazionale prima di Sochi non ? certo casuale: nella stazione appenninica gli atleti troveranno una neve “umida” , tipica dei climi pi? mediterranei, molto simile a quella di Sochi e soprattutto una grande esperienza nel manutenere le piste da sci maturata grazie ad lunga tradizione di gare, dai Campionati italiani alla Coppa Europa. Come ama ripetere il sindaco Giampiero Danti, “Abetone, per la condizione della?neve in pista, ? sempre una garanzia”.

post icon

Ciaspolata notturna sulle vette dell’Oasi Wwf di Dynamo Camp

Sabato 8 febbraio?con partenza alle 16.30 e rientro previsto alle 23.

Un’ottima occasione per godere degli splendidi paesaggi innevati, alla luce del tramonto, all’interno dell’Oasi Dynamo di Limestre, sulla montagna pistoiese. Accompagnati da un? istruttore, i visitatori potranno scoprire ci? che pi? caratterizza i mesi invernali sulle nostre montagne. Disponibile su prenotazione il servizio noleggio delle ciaspole. RITROVO ore 16.30 Circolo di Prunetta, RIENTRO ore 23:00.Lunghezza indicativa del percorso 6km. Cena al sacco presso Centro Visite Oasi, richiesta prenotazione.

IMPORTANTE portare abbigliamento invernale e luce frontalino.

Per info e prenotazioni 0573/621782 oppure oasidynamo@dynamocamp.org

In assenza di neve verr? comunque effettuata l’escursione in notturna.

post icon

I Campionati Italiani Lions open tornano sulla neve di Abetone

Si ? aperta?gioved? sera,?con la cerimonia ufficiale tenuta nello storico Palazzo dei Capitani di Cutigliano, la 33? edizione dei Campionati Italiani di sci alpino e nordico Lions open, organizzati ogni inverno dal Lions Club Abetone e Montagna Pistoiese in collaborazione con altri Lions club d?Italia e che quest?anno, dopo 8 anni di trasferta, rientrano nella loro localit? d?origine: la montagna pistoiese.

Gli organizzatori del Lions locale hanno lavorato sodo, assieme alla Saf Abetone e all?associazione Sci montagna pistoiese, per predisporre le piste per le gare e la migliore accoglienza ai partecipanti: circa 400 persone da tutta Italia che per 4 giorni soggiornano nelle strutture ricettive di Abetone e dei paesi vicini. I soci Lions sono arrivati in montagna mercoled? e gi? da?gioved? si sono allenati in previsione della gare di sci di fondo e slalom parallelo a squadre che si sono svolte ieri sulle piste Maiori e Zeno 3 di Abetone, seguite oggi da una gara di slalom riservata ad amici e familiari. Questa sera ? prevista la cena di gala all?Ovovia di Abetone che chiuder? la manifestazione con l’arrivederci al 34? Campionato Italiano Lions Sci Vallecamonica 2015 . ?A me quest’anno l’onore e responsabilit? dell’organizzazione dei 33i Campionati Italiani? ha dichiarato il presidente del Lions Club Montagna Pistoiese, Guido Nesti ? nel 1971 i Giochi Invernali Lions italiani si svolsero per la prima volta all?Abetone, fondati dal mio club e da quello di Pavullo nel Frignano. Negli anni il service si ? ampliato, con l?ingresso dei club di Bormio, Fiemme e Fassa, Trento Host e Val Trompia fino all?attuale Pool a 9, e lo scorso anno ha ricevuto il riconoscimento della Federazione internazionale. Lo spirto resta quello di rinsaldare i vincoli di amicizia e stima reciproca fra persone che amano lo stesso sport e sono legate con dedizione al motto We serve. Trionfi l?amicizia e vinca il migliore?. Il ricavato sar? devoluto per due ?service? alla casa famiglia di Maresca (centro accoglienza per anziani non convenzionato Asl) e al Centro Lions Toscana disabili. Alla cerimonia sono intervenuti anche Giulio Scalet, presidente del comitato club organizzatori e Rolando Galli, presidente di Apm e Saf Abetone. Il sindaco di casa Carluccio Ceccarelli ed il sindaco di Piteglio Claudio Gaggini, nelle doppia veste di amministratori e soci Lions, hanno ricordato l?ottima e proficua collaborazione che il club da sempre intrattiene con le istituzioni e con le scuole del territorio. Esempio pi? recente fra tanti, il contributo di 1000 euro elargito per l?opera di illuminazione del Ponte sospeso.

post icon

In Val di Luce, campioni di vita e di sci … seduto

Ventisei ragazzi e ragazze scendono con gli sci sulle piste innevate della Val di Luce, seduti. Sono gli allievi dello Ski tour, il corso itinerante di sci per disabili promosso dall?associazione Freerider sport events che ilo scorso fine settimana ha fatto tappa nella stazione sciistica della Val di Luce, oramai divenuta meta fissa dello Ski tour che ogni anno tocca 12 stazioni della Penisola.

Gioved? 23 gennaio?il gruppo dei 26 allievi Freerider ? arrivato in Val di Luce, accompagnato da maestri, tecnici, dimostratori seduti, amici e familiari. Circa 130 persone che per tre notti hanno soggiornato al Val di Luce Resort, struttura che si contraddistingue per la completa accessibilit? dei suoi spazi. Da venerd? per gli allievi ? stato allenamento sul monosci o il dual ski, attrezzi formati da un guscio per la seduta fissato sopra uno o due sci. Anche quest?anno ad occuparsi dell?organizzazione logistica ? stata l?Unit? spinale di Firenze, presieduta da Massimiliano Banci. La Polizia di Stato ? presente con la pattuglia della Val di Luce guidata dall?assistente capo Samuele Morganti, parte della pattuglia dell?Abetone e due uomini inviati dal Centro addestramento alpino di Moena? il Corpo Forestale (abilitato Cip) ed i volontari della Croce Viola hanno dato man forte, prestando assistenza ai disabili in pista. ?Dal 1996 seguiamo i disabili visivi, per il cui accompagnamento il Ministero ci ha riconosciuto una specifica abilitazione ? spiegano il sovrintendente Alberto Dellantonio e l?assistente capo Andrea Necchi della Polizia di Moena? dal 2009 collaboriamo con Freerider e dal 2013 abbiamo l?abilitazione per l?accompagnamento dei disabili motori. Riuscire a sciare come quando potevano utilizzare le gambe o addirittura come non avevano mai fatto prima ? una grande vittoria per le persone con handicap. Per noi che le assistiamo, una gioia ancora maggiore?. ?Quest?anno ? spiega Nicola Busata, responsabile tecnico di Freerider? ci sono 8 principianti. Questo corso ? stato il loro primo approccio allo sci, tra l?altro con ottimi risultati. Un ringraziamento all?unit? spinale di Firenze, al direttore della Val di Luce, Andrea Formento, al Resort, alle forze dell?ordine e ai volontari per la loro ospitalit??. Quanto alla Val di Luce, si riconferma una delle stazioni sciistiche pi? all?avanguardia d?Italia per lo sci seduto, capace di fornire al disabile piste ed impianti ben raggiungibili dal parcheggio a pochi metri, uno spogliatoio accessibile e riscaldato?a bordo pista dove cambiarsi e indossare il monosci,?attrezzature per lo sci seduto (monosci, dualski e stabilizzatori),?maestri brevettati per insegnare lo sci seduto e?personale ski team specializzato?per assistere i disabili nella salita e discesa dagli impianti di risalita.???Dal 2005, grazie a Freerider, abbiamo il piacere di ospitare questa manifestazione ? spiega il direttore Formento ? un arricchimento reciproco e soprattutto capace di risvegliare un senso di umanit? fra gli utenti delle piste da sci. Il nostro sogno ? di istituire, tramite la collaborazione con Freerider ed i contatti gi? intessuti con altre stazioni all?avanguardia su questo fronte come Madesimo, Folgaria e Roccaraso, un marchio di qualit? che identifichi le stazioni sciistiche prive di barriere architettoniche e capaci di offrire servizi ai disabili?.

post icon

A Cutigliano il primo Biostudio della Toscana

“Il Biostudio ? prima di tutto un progetto, un sentire comune. ? lo spazio dedicato allo svolgimento ottimale delle attivit? di Bioginnastica. Il Biostudio ? un centro che accoglie la persona e la conduce in un percorso di ascolto e di educazione, attraverso il corpo, verso la salute ed il benessere. L’obiettivo ? quello di creare una sinergia, nell’ottica della Bioginnastica, sull’evoluzione dello studio della postura con particolare attenzione alle varie patologie e alla loro prevenzione”.

E’?stato?inaugurato questo pomeriggio il nuovo Biostudio aperto da Barbara Petrucci nella sede dello Studio ginnico di Ponte Sestaione (Cutigliano) da lei fondato nel 1990 ed ampliato nell?ottobre 2011 con una nuova palestra. Il ?Biostudio ginnico? funziona in realt? da quasi due anni, ma solo ora che tutto ? definito Barbara, diplomata Isef ed istruttore tecnico di ginnastica acrobatica, si ? detta pronta per l?inaugurazione ufficiale nell?ambito di una tre giorni di stage residenziale guidato dall?ideatrice della Bioginnastica, Stefania Tronconi. I biostudi, ambienti ottimali per le sedute di bioginnastica, sono ancora rari: quello di Cutigliano ? l?unico in tutta la Toscana ed uno dei 6 finora aperti a livello nazionale. ?La Bioginnastica ? nata negli anni ?90 ? spiega Barbara Petrucci ? attraverso un lavoro sul corpo permette di riportare la persona verso se stessa facendole trovare il naturale equilibrio psico-fisico e dunque uno stato di benessere e salute. Qualche anno fa ? prosegue ? regnava la moda del fitness con la sola esecuzione di esercizi per migliorare l?aspetto estetico. Oggi in palestra si ricerca l?ambiente accogliente in cui poter staccare la spina dalla vita frenetica e recuperare l?armonia con se stessi. Biostudio vuol dire anzitutto sentirsi a casa propria?. Dopo tre anni di corso di formazione alla scuola di Faenza, Barbara ? divenuta operatore di Bioginnastica. ?Conobbi la Bioginnastica a Rimini Wellness nel 2004 ? ricorda Barbara ?era una disciplina ancora agli albori. Non capivo i benefici finch?, dopo la seduta, mi sentii sazia e piena di energia come non mai?. Oggi Barbara ? socio fondatore dell?associazione nazionale di Bioginnastica e conduce corsi sia individuali che di gruppo. Il Biostudio ha un ruolo cardine nell?accogliere gli allievi col calore di un tappeto a terra, le luci soffuse, le tonalit? tendenti all?azzurro che mutano durante la seduta. Cromoterapia, musica, profumi e l?ausilio di una ?biopalla? stimolano l?uso consapevole di tutti i sensi. Ogni luned? fino a fine febbraio si terr? l?Open day in cui gli interessati potranno assistere e provare i corsi attivi presso lo Studio ginnico.

Per info 3407718061

 

post icon

Le azzurre di Coppa del Mondo si allenano all’Abetone

Da ieri sera sono arrivate sulla Montagna pistoiese le atlete della squadra nazionale italiana femminile di sci alpino, in procinto di partire per Sochi (in Russia) dove dal 7 al 23 febbraio si disputeranno le Olimpiadi invernali 2014.

La prima atleta azzurra ad arrivare sulle nostre montagne ? stata Denise Karbon -sciatrice alpina originaria di Bressanone, vincitrice nel 2008 della Coppa del Mondo di slalom gigante. Da oggi chi si trover? a sciare ad Abetone potr? capitare di imbattersi in Federica Brignone, Manuela Moelgg, Chiara Costazza o Michela Azzola, le quattro atlete di Coppa del Mondo costantemente seguite nei loro allenamenti dal preparatore atletico della nazionale Ruggero Muzzarelli, oltre ad alcune sciatrici della squadra B. Per Abetone ? come fare un tuffo nel passato, ai tempi d?oro, quando era proprio la localit? appenninica, patria di Zeno Col?, Celina Seghi, Paride Milianti e tanti altri celebri sciatori, a sfornare i campioni del mondo della cosiddetta “valanga azzurra”.

 

Leave a Comment