1 0 Tag Archives: turismo
post icon

In arrivo un weekend da sogno!

Neve e sole … cosa chiedere di pi? per una bella giornata di sci sulla Montagna pistoiese?

Le piste da sci adesso sono davvero perfette e la neve fresca caduta ieri ha creato un paesaggio da favola. Intanto le previsioni meteo pronosticano sole da oggi fino a marted?! E poi ancora neve …

Le stazioni di Abetone, Val di Luce? e Doganaccia di Cutigliano vi aspettano!

 

Foto: veduta del Monte Gomito dal passo dell’Abetone (foto di Sportprofessional Abetone)

post icon

Crema di ravaggiolo del ristorante “Il Nonno Cianco” di Cutigliano

Un dolce incontro fra una buona dose di creativit? e la miglior tradizione gastronomica della Montagna Pistoiese.

Quando i sapori della miglior tradizione montana incontrano?la creativit? di un cuoco pasticcere. Nasce cos? la “Crema di ravaggiolo alla salsa di lamponi”, uno dei cavalli di battaglia del ristorante Il Nonno Cianco situato in alto al paese di Cutigliano, a pochi passi dalla partenza delle funivia che in 8 minuti conduce nella stazione invernale di Doganaccia. Se c?? una cosa da invidiare a Il?Nonno Cianco ? anzitutto la posizione strategica, trait d?union tra il borgo storico e le piste da sci, ma ad affascinare il cliente locale o forestiero sono anche quel clima di ospitalit? e familiarit? che i gestori Tatiana Frullani ed Andrea Alisi sono subito trasmettere ai propri clienti. Il calore di una baita di montagna, con le panche in legno ed il caminetto acceso per riscaldare i freddi inverni e regalare una piacevole merenda agli sciatori in discesa con la funivia; ma anche una splendida terrazza panoramica sulle montagne, ombreggiata e comunicante col bar-ristorante, dove trascorrere piacevoli serate all?aperto durante l?estate. La cucina ? espressione della migliore tradizione toscana, rivisitata con alcuni influssi piemontesi e tocchi originali tratti dal diario della nonna cuoca. Tutto questo tradotto in sfiziosi piatti cucina con ingredienti sani e genuini il pi? possibile prodotti direttamente dalla aziende della montagna pistoiese secondo la filosofia del chilometro zero. Si spazia dalle gonfiate (una specie di gnocchi cucinati con la patate del Melo, prodotto tradizionale del territorio cutiglianese) agli gnudi ricotta e spinaci, al peposo di manzo agli involtini al sapore d?autunno. I dessert casalinghi, vera ciliegina sulla torta, sono preparati con la massima cura dal cuoco Andrea Alisi che vanta una lunga esperienza lavorativa nelle pi? prestigiose pasticcerie cittadine. Si spazia dal semifreddo alle castagne ed amaretto, ai pi? classici panna cotta e tiramis?. Vera specialit? del locale, la crema di ravaggiolo servita con salsa di lamponi. La base ? preparata a partire dal ravaggiolo, un formaggio fresco tipico della montagna pistoiese ottenuto dalla prima spremitura del latte di pecora, poi condita con una salsa di lamponi raccolti nei nostri boschi. Un dessert fresco, stuzzicante, adatto ad ogni stagione.

Elisa Valentini

Ristorante Il Nonno Cianco – Viale Europa, 23 – CUTIGLIANO (PT)

 

post icon

Snow running e sci alpinismo ad Abetone

Un sabato sera?sulle piste dell’Ovovia per vivere la neve in modo diverso dal consueto sci alpino.

Sabato 15 febbraio sar? una giornata all’insegna degli sport alternativi sulla neve all’Ovovia di Abetone dove l’associazione Sci Montagna pistoiese organizzer? due manifestazioni aperte sia agli agonisti che ai turisti.

Il programma si aprir? con la 2? edizione della Snow Run, una vera e propria corsa podistica con la peculiarit? di un tracciato costituito in parte da neve, quella battuta delle piste da sci. I partecipanti potranno scegliere fra due percorsi: uno turistico di 3,5 Km e l’altro agonistico di 6,5 Km. Il primo con partenza dall’Ovovia si snoda lungo via del Pescinone per giungere fino al Municipio di Abetone e relativo ritorno, mentre quello agonistico proseguir? risalendo la pista Zeno 2 fino ad immettersi sotto il tracciato dello skilift per risalirlo fino in cima e poi rientrare sulla pista Zeno 3 con l’arrivo a valle. Le iscrizioni saranno aperte dalle 16 alla partenza dell?Ovovia e l?inizio gara ? previsto per le 17.15.

In giornata verr? recuperata anche la gara di sci alpinismo “3? Ski…volando” rinviata lo scorso gennaio a causa del maltempo. La manifestazione, che da quest’anno fa parte del circuito “Dolomiti sotto le stelle” (33 manifestazioni a carattere agonistico di cui 31 sulle Dolomiti) prevede 4 categorie: agonistica e agonistica “FISI”, turistica e snowboard con percorsi differenziati fra chi vorr? gareggiare e chi opter? per una semplice ?passeggiata? con gli sci. La partenza ? prevista per le 19 dall’Ovovia. Gli agonisti percorreranno due volte la pista Zeno, i turisti una soltanto.

Entrambe le manifestazioni si svolgeranno in notturna e gli atleti dovranno essere muniti di pila frontale e, per lo sci alpinismo, anche di casco. Finite le due gare, atleti e familiari potranno cenare al self service dell’Ovovia dalle 20:30.

Hanno collaborato all’organizzazione il Comune di Abetone, la societ? impiantistica Saf, lo sponsor principale “La sportiva”, il Soccorso Alpino Toscano, la Polizia di Stato, il Gruppo Radioamatori, gli Alpini di Abetone e Cutigliano, i Maestri di sci ed il Servizio cronometraggio (ADSCOST)?.

post icon

I Campionati Italiani Lions open tornano sulla neve di Abetone

Si ? aperta?gioved? sera,?con la cerimonia ufficiale tenuta nello storico Palazzo dei Capitani di Cutigliano, la 33? edizione dei Campionati Italiani di sci alpino e nordico Lions open, organizzati ogni inverno dal Lions Club Abetone e Montagna Pistoiese in collaborazione con altri Lions club d?Italia e che quest?anno, dopo 8 anni di trasferta, rientrano nella loro localit? d?origine: la montagna pistoiese.

Gli organizzatori del Lions locale hanno lavorato sodo, assieme alla Saf Abetone e all?associazione Sci montagna pistoiese, per predisporre le piste per le gare e la migliore accoglienza ai partecipanti: circa 400 persone da tutta Italia che per 4 giorni soggiornano nelle strutture ricettive di Abetone e dei paesi vicini. I soci Lions sono arrivati in montagna mercoled? e gi? da?gioved? si sono allenati in previsione della gare di sci di fondo e slalom parallelo a squadre che si sono svolte ieri sulle piste Maiori e Zeno 3 di Abetone, seguite oggi da una gara di slalom riservata ad amici e familiari. Questa sera ? prevista la cena di gala all?Ovovia di Abetone che chiuder? la manifestazione con l’arrivederci al 34? Campionato Italiano Lions Sci Vallecamonica 2015 . ?A me quest’anno l’onore e responsabilit? dell’organizzazione dei 33i Campionati Italiani? ha dichiarato il presidente del Lions Club Montagna Pistoiese, Guido Nesti ? nel 1971 i Giochi Invernali Lions italiani si svolsero per la prima volta all?Abetone, fondati dal mio club e da quello di Pavullo nel Frignano. Negli anni il service si ? ampliato, con l?ingresso dei club di Bormio, Fiemme e Fassa, Trento Host e Val Trompia fino all?attuale Pool a 9, e lo scorso anno ha ricevuto il riconoscimento della Federazione internazionale. Lo spirto resta quello di rinsaldare i vincoli di amicizia e stima reciproca fra persone che amano lo stesso sport e sono legate con dedizione al motto We serve. Trionfi l?amicizia e vinca il migliore?. Il ricavato sar? devoluto per due ?service? alla casa famiglia di Maresca (centro accoglienza per anziani non convenzionato Asl) e al Centro Lions Toscana disabili. Alla cerimonia sono intervenuti anche Giulio Scalet, presidente del comitato club organizzatori e Rolando Galli, presidente di Apm e Saf Abetone. Il sindaco di casa Carluccio Ceccarelli ed il sindaco di Piteglio Claudio Gaggini, nelle doppia veste di amministratori e soci Lions, hanno ricordato l?ottima e proficua collaborazione che il club da sempre intrattiene con le istituzioni e con le scuole del territorio. Esempio pi? recente fra tanti, il contributo di 1000 euro elargito per l?opera di illuminazione del Ponte sospeso.

post icon

Si ? acceso il Ponte Sospeso sopra il torrente Lima

Sotto lo sguardo stupito delle autorit? e dei visitatori presenti, si ? acceso sabato il nuovo impianto di illuminazione a led installato sul Ponte Sospeso, la passerella pedonale sospesa sul torrente Lima?inserita nel Guinness dei primati poich? la pi? lunga al mondo nel suo genere fino al 2006. Adesso il ponte, una delle attrazioni turistiche pi? visitate e fotografate della Montagna Pistoiese ed inserito nella rete dell’Ecomuseo, sar? ben visibile anche di notte con uno spettacolare effetto Brooklyn circondato dal verde delle montagne.

Ci?sono voluti?mesi di lavoro fra progettazione, burocrazia ed installazione, ma finalmente, alle 17.30 di sabato 18 gennaio,?le 80 lampade a led installate lungo i 227 metri di lunghezza del ponte si sono finalmente accese. La pioggia battente non ? riuscita a rovinare la sentita, seppur breve, cerimonia del taglio del nastro avvenuto addirittura a tre mani. A fianco del sindaco di Piteglio, Claudio Gaggini, e dell?attuale sindaco di San Marcello, Silvia Maria Cormio – che ha ereditato con entusiasmo il progetto – ha impugnato le forbici, invitata dalla stessa Cormio, anche l?ex primo cittadino di San Marcello Carla Strufaldi che assieme a Gaggini concep? l?idea dell?illuminazione, poi sviluppata a livello progettuale dall?architetto Alessandro Bernardini. C?erano Giordano Toni, responsabile di zona per Enel Produzione – presente sul territorio con la centrale idroelettrica di Sperando dalla potenza installata di 11 MW? che ha fornito il materiale impiantistico. C’erano i Carabinieri, il consigliere Rita Monari in rappresentanza della Provincia di Pistoia,?vari amministratori comunali di Piteglio, San Marcello e Cutigliano. Presenti molti soci del Lions Club Montagna Pistoiese, associazione?che ha finanziato per 1000 euro l?opera di valorizzazione del ponte, con in prima fila l?attuale presidente Guido Nesti e l?ex presidente Manlio Mucci. La Ditta G.M. Impianti di Gavinana ha provveduto al rinnovo della cartellonistica (aggiornata anche nella dizione), la Ditta AS Elettroimpianti di Pistoia e gli operai del Comune di Piteglio all?installazione, mentre gli operai di San Marcello hanno reso gradevole l?area circostante. Le lampadine, quasi invisibili di giorno, si accendono al sopraggiungere del buio. Essendo alimentate per met? da pannelli fotovoltaici (installati sul lato del Comune di Piteglio) si stima che il consumo energetico non superer? i 40 euro l?anno.