post icon

Pitti filati, bilancio positivo. Record di buyer inglesi e americani

Pitti filati si sta avviando alla conclusione con un andamento che conferma la tendenza gi? sperimentata per Pitti Uomo e Pitti Bimbo. Sono i numeri dei buyer internazionali a trainare ? sui livelli della precedente edizione invernale, anzi in lieve crescita se si considera il numero delle ditte intervenute ? mentre registrano un calo le presenze dei compratori italiani. Le prime stime dell?affluenza finale dicono che si dovrebbero raggiungere quota 3.700 compratori in totale (erano stati circa 4.000 un anno fa), dei quali 1.500 i compratori dall?estero. Tra le performance pi? significative quelle dei buyer da Gran Bretagna (+15%), Stati Uniti (+34%), Spagna (+24%), Turchia (+25%), Hong Kong (+75%), e raddoppiano i numeri dei compratori dalla Russia e dal Belgio.

Nella classifica dei primi 15 paesi esteri si conferma in testa la Germania, seguita da Gran Bretagna, Francia, Stati Uniti, Spagna, Giappone, Svizzera, Turchia, Svezia, Olanda, Belgio, Hong Kong, Cina, Russia e Danimarca.

?In questi giorni si ? riunito a Firenze il meglio della filatura internazionale ? commenta Raffaello Napoleone, amministratore delegato di Pitti Immagine ? nonostante il 2012 non sia stata una grande annata per la filatura italiana, le nostre aziende stanno dimostrando un dinamismo incredibile, nel presentare collezioni di ricerca e nello sperimentare filati innovativi, e raccolgono grandi apprezzamenti da parte dei compratori arrivati da tutto il mondo, fashion designer e responsabili maglieria delle griffe e delle aziende pi? importanti della moda internazionale. Spingere l?acceleratore sull?internazionalit? ? in questa fase una priorit?, attraverso anche iniziative promozionali specifiche ? a questa edizione abbiamo invitato al salone per esempio 30 top buyer americani ? sempre mantenendo un focus forte su innovazione e ricerca, i veri asset che fanno l?eccellenza della filatura italiana. Grandi apprezzamenti, come sempre, sono arrivati per lo Spazio Ricerca, che anche a questa edizione ha messo in scena in modo originale e preciso le tendenze del futuro?.

  • Facebook
  • Twitter
25 gennaio 2013

Questo post è stato scritto da: ireali

Nessun commento

Lascia un commento