1 0 Archive | febbraio, 2013
post icon
14 febbraio 2013
post icon
14 febbraio 2013
post icon
14 febbraio 2013
post icon

“Premiere Vision ha dato soddisfazione un po’ a tutti”

Tempo di bilanci nel terzo e ultimo giorno di Premiere Vision. E a farlo ? Sandro Ciardi, Presidente di Prato Trade:”Una stagione, va detto, che nasceva con handicap significativi dovuti ad un calendario lontano dall?ottimale: Munich Fabric Start e Milano Unica quasi esattamente coincidenti, Premi?re Vision sovrapposta sia ai festeggiamenti del capodanno cinese che alle sfilate a New York. Difficile quantificare quanto l?irrazionale collocazione temporale ? solo in parte, va detto, frutto di scelte ma in qualche caso praticamente obbligata – possa aver danneggiato la partecipazione alle fiere, ma ? certo che sia opportuno un ripensamento su questo aspetto”. (altro…)

14 febbraio 2013
post icon

La giacca si cuce “addosso” al cliente

La teoria per Roma textile group ? gi? pratica. Endrio Guasti l’allungamento della filiera l’ha gi? fatto quattro anni fa. In pratica offre ai clienti la stoffa e cuce l’abito che vogliono. Loro danno l’idea, lui produce e loro mettono l’etichetta. Oggi la fase di confezione rapporesenta il 25% del volume d’affari dell’azienda. “Ed ? un segmento in crescita che tra l’altro mi traina la parte del tessuto. Offrendo questo tipo di servizio fidelizzi i clienti”.
E’ un progetto che ? nato a seguito dell’invenzione del tessuto Mucko lana. “Decidemmo di provarlo abbinato al capo finito e ha funzionato. E’ stata un’alternativa per tenere un po’ di quei clienti che si rivolgevano all’estero perch? volevano avere uno stesso referente sia per l’acquisto di tessuto sia per il confezionamento”

13 febbraio 2013
post icon

Parigi, secondo giorno, quasi New York

Si selezionano le stoffe nell’area tendenze di Premiere vision

Continuano ad avere il sorriso gli imprenditori pratesi nel secondo giorno di Premiere vision. I clienti ci sono e soprattutto sono di qualit?. Un po’ tutti hanno avuto i contatti che si aspettavano. Ancora americani, americani e americani. In alcuni momenti sembrava di essere tra l Broadway e la Settima. Una New York fashion in trasferta. Ma anche qualche giapponese di qualit?. Si sono visti anche gli europei dell’est (polacchi, cechi e serbi) e anche tanti spagnoli. Da notare che nella scorsa edizione non c’erano stati nuovi ingressi di aziende pratesi tra gli espositori mentre quest’anno si contano dei ritorni (ad esempio la Giotex) e nuovi ingressi come il lanificio Giannetti, storica azienda pratese solitamente assente alla kermesse francese.

post icon

Fiera col sorriso: a Parigi tanti clienti americani e coreani

Il primo giorno di Premi?re Vision si e’ chiuso con il sorriso. Fin dalla mattina i clienti sono arrivati contraddicendo tutte le preoccupazioni che volevano gli americani assenti a causa del brutto tempo ha colpito New Yorkshire e che ha visto la chiusura del maggiori aeroporti. Gli americani sono stati invece i primi ad arrivare seguiti dagli ottimi giapponesi e dai coreani. Un tris di rispetto per gli imprenditori pratesi che hanno quindi incontrato la percentuale maggiore del loro portafoglio clienti. “Sono venuti tutti i clienti pi? importanti – e’ stato il commento dell’imprenditore Riccardo Marini – che gia’ la mattina aveva visto i pi? grossi gruppi americani con cui lavora”. Una fiera quella francese fondamentale per i pratesi e che per 32 di loro era cominciata col brivido visto che luned? pomeriggio, a poche ore dal via, non erano arrivate le collezioni bloccate sui TIR a causa della neve. Tutto e’ bene quel che finisce bene visto che stamani tutte le aziende hanno potuto accogliere i clienti come se niente fosse successo: i campionari infatti sono poi arrivati nella tardissima serata di luned

post icon

Premiere vision: collezioni bloccate in mezzo alla neve

Premiere vision parte domani? con mille difficolt?. Una belle fetta di imprenditori pratesi ? arrivata in fiera a Parigi ed ha scoperto che le collezioni erano bloccate a chilometri di distanza. In parte a Milano, in parte sul Gran Sasso. Il blocco dei tir per l’allerta neve ha infatti impedito ai trasportatori di arrivare nei tempi previsti a Parigi. Una parte degli imprenditori invece ? rimasta in Italia per la cancellazione dei voli diretti in Francia. Sicuramente non ? partito chi aveva in tasca un biglietto con partenza Bologna. Tra coloro che sono senza una parte della collezioni c’? il lanificio Bellucci. “Abbiamo gi? a Parigi due collezioni che sono partite da Prato mentre ci mancano quelle che dovevano arrivare da Milano. Speriamo di riuscire a sbloccarle”. Maurizio Sarti del lanificio ? a Parigi ma non ha le collezioni. Anche per lui sono bloccate a 400 chilomentri. Altri che si sono imbarcati in aereo stamani non sanno ancora come andr

11 febbraio 2013
post icon

Milano Unica chiude con pi? visitatori dell’anno scorso: raggiunta quota 19mila

La XVI edizione di Milano Unica a cui hanno partecipato 417 espositori e nella quale sono state presentate le collezioni di tessuti e di accessori per la stagione Primavera/Estate 2014, si ? conclusa con una confortante ripresa delle presenze. Dai tre giorni milanesi ? venuto, chiaro e forte, un messaggio positivo per il comparto, nonostante le tante difficolt? che devono affrontare le imprese italiane, dovute sia ai costi di produzione che alla debolezza del mercato domestico e di quello europeo. Difficolt? sottolineate durante la cerimonia di inaugurazione da Silvio Albini, Presidente di Milano Unica, e da Michele Tronconi, Presidente di Sistema Moda Italia.

Il Salone milanese del tessuto e accessorio italiano ed europeo di qualit? ? stato visitato da oltre 19.000 visitatori (con presenze in crescita del 5,5% rispetto all?edizione del Febbraio 2012, determinate dal maggior afflusso di clienti italiani).

Le presenze straniere sono risultate leggermente in calo (-2% dopo essere risultare in crescita nelle due precedenti analoghe fiere), spiegabile con la concomitanza del Capodanno cinese e della Fiera del tessile di Monaco. (altro…)

post icon
8 febbraio 2013