post icon

Milano Unica chiude con pi? visitatori dell’anno scorso: raggiunta quota 19mila

La XVI edizione di Milano Unica a cui hanno partecipato 417 espositori e nella quale sono state presentate le collezioni di tessuti e di accessori per la stagione Primavera/Estate 2014, si ? conclusa con una confortante ripresa delle presenze. Dai tre giorni milanesi ? venuto, chiaro e forte, un messaggio positivo per il comparto, nonostante le tante difficolt? che devono affrontare le imprese italiane, dovute sia ai costi di produzione che alla debolezza del mercato domestico e di quello europeo. Difficolt? sottolineate durante la cerimonia di inaugurazione da Silvio Albini, Presidente di Milano Unica, e da Michele Tronconi, Presidente di Sistema Moda Italia.

Il Salone milanese del tessuto e accessorio italiano ed europeo di qualit? ? stato visitato da oltre 19.000 visitatori (con presenze in crescita del 5,5% rispetto all?edizione del Febbraio 2012, determinate dal maggior afflusso di clienti italiani).

Le presenze straniere sono risultate leggermente in calo (-2% dopo essere risultare in crescita nelle due precedenti analoghe fiere), spiegabile con la concomitanza del Capodanno cinese e della Fiera del tessile di Monaco.

Significativi, in valori percentuali e assoluti, sono da segnalare gli ingressi di visitatori provenienti da: Giappone (+25%), Usa (+20%), India (+19%), Messico (+19%), Finlandia (+16%), Turchia (+6,5%) e Svizzera (+3%).

Hong Kong e Gran Bretagna si riconfermano con numeri in termini assoluti rilevanti, mentre ? da segnalare la prima volta di buyer provenienti dal Kazakistan, dalla Colombia, dal Sud Africa e dall?Angola.

?L?importante incremento delle presenze, in qualit? e quantit? ? sostiene Silvio Albini, presidente di Milano Unica ?, unito alla generale soddisfazione degli espositori, ? motivo di grande soddisfazione per noi che con determinazione lavoriamo per il successo del Salone Italiano del Tessile, ma ? anche un importante segnale per tutto il comparto della tessitura italiana ed europea di qualit?. La massiccia presenza dei confezionisti italiani, unitamente a quella di buyer internazionali provenienti da Paesi per noi strategici, ci aiuta a guardare con maggior ottimismo al futuro. Anche se non dobbiamo nasconderci i tanti ostacoli che si frappongono a una solida e continuativa ripresa, l?interesse che hanno raccolto le collezioni di tessuti e di accessori presentate in questa edizione, ci inducono, infatti, ad un ottimismo fondato sulla ragione e non solo sulla volont??.

?I tanti, nuovi contatti, le richieste di campionari, gli appuntamenti in azienda che sono stati programmati – aggiunge Silvio Albini – sono la dimostrazione che, fuori da noi, c?? un mondo importante che guarda con interesse alle nostre aziende, con cui possiamo e dobbiamo consolidare il presente e progettare il futuro. Come ci ha magistralmente illustrato Sir Paul Smith durante l?inaugurazione, dobbiamo fortemente innovare soprattutto il nostro modo di comunicare, sapendo che il nostro orizzonte di riferimento ? il mondo. Un insegnamento che continueremo a mettere in pratica a fine marzo portando Milano Unica a Pechino, portando ancora una volta i nostri espositori a contatto con una realt? in continua crescita e che gi? oggi, assieme a Hong Kong ? in assoluto il nostro secondo mercato di riferimento a livello internazionale?.

?Voglio infine sottolineare il grande apprezzamento, soprattutto dei nostri ospiti internazionali ? conclude il Presidente di Milano Unica ? per lo straordinario concerto del Maestro Zubin Mehta con l?Orchestra del Maggio Fiorentino, ma anche per gli eventi collaterali in fiera e per l?iniziativa organizzata da Canepa per illustrare le innovazioni adottate per il risparmio idrico e energetico nel processo produttivo della tessitura, a conferma della sensibilit? che Milano Unica e le aziende che vi partecipano hanno nei confronti dei problemi dell?eco-sostenibilit? dell?ambiente?.

Sir Paul Smith, lo stilista pi? famoso d’Inghilterra oltre che imprenditore di successo, nominato baronetto nel 2000 dalla regina Elisabetta, nel suo applauditissimo intervento ha ricordato che molte ispirazioni per le sue collezioni sono dipese da quello che aveva visto in fiera.

?Molti anni fa ? ha detto Paul Smith, da sempre assiduo frequentatore di Moda In, Ideacomo, Shirt Avenue e Ideabiella e poi di Milano Unica -, mi capit? di vedere un tessuto con delle stampe da fotografie. Da allora ho utilizzato milioni di metri di tessuti di ogni genere fatti a partire da fotografie. Certo, li ho elaborati a modo mio, ma se quel giorno non fossi entrato in quello stand, una delle cose che tutti conoscono di me, le stampe fotografiche, appunto, non ci sarebbe neppure stata?.

?La partecipazione numerosa di ospiti e di giornalisti della stampa estera specializzata ? ha commentato Massimo Mosiello, Direttore Generale di Milano Unica, alla guida operativa della manifestazione tessile-accessori sin dalla prima edizione ? ? stata per noi motivo di grande soddisfazione, anche perch? ? stata accompagnata dal loro apprezzamento per l?organizzazione dei servizi e degli incontri che abbiamo organizzato. Apprezzamento peraltro condiviso dagli espositori. Milano Unica ? anche e soprattutto un evento di marketing e non solo commerciale e da quell?apprezzamento dipende in larga misura il suo successo. E? un impegno che abbiamo condotto in parallelo con l?organizzazione della spedizione cinese, questa volta a Pechino, grazie alla ormai sperimentata professionalit? di tutti i miei collaboratori. L?appuntamento per la prossima edizione a Milano, dove verranno presentate le collezioni Autunno/Inverno 2014/2015 sar? dal 10 al 12 Settembre 2013, ancora al Portello di Fieramilanocity?.

  • Facebook
  • Twitter

Questo post è stato scritto da: ireali

Nessun commento

Lascia un commento