post icon

L’imprenditore Guarducci racconta la nuova vita della Trt

ll patron della Trt e del lanificio Europa Luigi Guarducci con gli ?eredi? Isabella, Stefano e Jacopo

Il 18 aprile ha acquistato la Trt, la tintoria rifinizione inserita nel crack del gruppo Sasch. Un’azienda coinvolta nel fallimento dell’azienda di abbigliamento e che, fin dall’inizio, si sosteneva immeritatamente. Insieme alle altre realt? produttive inglobate nella Go-fin era tra quelle aziende che meno avrebbe dovuto pagare le spese del naufragio del colosso commerciale patron di Miss Italia.
Trt era un’altra cosa. E da subito l’imprenditore Luigi Guarducci si era fatto avanti con i soci del sindaco Roberto Cenni, i fratelli Giuseppe e Gianluca Giovannelli, che delle aziende produttive erano l’anima. Un progetto che ? andato in porto prima della presentazione dei concordati e da allora non solo l’azienda ha continuato a lavorare ma sono state anche assunte tre persone in pi? arrivando a un totale di sessanta dipendenti.
L’acquisizione dopo due anni di affitto. L’imprenditore Luigi Guarducci non ha mai voluto parlare pubblicamente dell’argomento. Del resto si trattava di una storia delicata in cui sono coinvolti altri imprenditori con cui da tempo aveva ottimi rapporti di lavoro tanto da aver instaurato un rapporto inscindibile.
?Non potevamo permettere che la Trt chiudesse?, spiega infatti Luigi Guarducci dal suo stand di Milano Unica. ?In quell’azienda era custodita una parte importante del saper fare del nostro gruppo e l? venivano fatte lavorazioni che difficilmente avrebbero potuto farci altri. In quella fase sarebbe stato arduo trasferire quel rapporto di lavoro in un?altra tintoria rifinizione. ? per questo motivo che abbiamo investito nell’azienda rilevandola e salvandola?.
Ma non solo. ?Credo fortemente – mette in luce Guarducci – che la nostra forza sia nella filiera e nella capacit? di lavorare proprio come ha detto durante l’inaugurazione di Milano Unica Angela Missoni. E per questo consiglierei a tutti i colleghi di investire nella filiera per non perdere quanto abbiamo di buono nel distretto. Ascoltando la Missoni che diceva di valorizzare la parte produttiva della moda e la tradizione delle aziende, credevo mi leggesse nel pensiero tanto la pensavamo allo stesso modo. Prova ne ? la campagna di promozione che ho nello stand dove racconto proprio il nostro modo di fare azienda?.
Per quel che riguarda la Trt l’esperienza ? stata pi? che positiva per Guarducci. ?? un’azienda che abbiamo aiutato anche a crescere. Essendo coinvolti direttamente infatti vi abbiamo investito ottenendo risultati. Al mercato piacciono molto i capi innovativi che hanno nel loro background molta ricerca. In alcuni casi si tratta di lavorazioni che facciamo solo noi?.
Uno spirito che ha portato il lanificio Europa a reggere con determinazione alla crisi riuscendo ad alzare la testa, prima rispetto a molti altri. “Quest’anno – ? sempre Guarducci a parlare – abbiamo aumentato il fatturato del 15-20% e speriamo di fare ancora meglio nel prossimo futuro. Anzi. Vorremmo assumere nuovi lavoratori sia in Trt sia nelle altre aziende?.

  • Facebook
  • Twitter

Questo post è stato scritto da: ireali

Nessun commento

Lascia un commento