post icon

Gioia tra gli stand ma Cangioli avverte: “Aspettiamo a cantar vittoria”

Il secondo giorno di Premier Vision ha rispettato le attese degli imprenditori che nel giorno del taglio del nastro avevano capito che si sarebbe trattato di una fiera da ricordare. “Un’ affluenza come non si vedeva da anni. Qui c’ ? tutto il mondo”, ? stato il commento di Francesco Bellucci a fine fiera. Parere pressoch? unanime tra gli imprenditori pratesi che si sono distinti solo nel valore da attribuire alle fiere e quindi quanto fare affidamento sui risultati ottenuti a Parigi. “E’ indubbio -? il parere di Raffaele Riela del lanificio Lamberto – che la fiera ? stata migliore di ci? che ci aspettassimo. Noi veniamo dagli ultimi cinque anni dove solamente gli accessori avevano avuto una crescita. Questa volte invece anche per i tessuti c’? stato consenso”.
E a fronte di un entusiasmo pressoch? generale tocca a Vincenzo Cangioli raffreddare un po’ gli animi. “La fiera sta andando benissimo – ha commentato – ma non possiamo farci affidamento. Questo ? un servizio che facciamo ai clienti ma non ? determinante per programmare il futuro. Noi abbiamo un problema legato al nostro paese che ci zavorra nonostante la creativit? e il saper fare che ci ? unanimemente riconosciuto. Se non si trovano soluzioni tagliando i tanti costi inutili non si arresteranno i danni devastanti alle industrie”.

  • Facebook
  • Twitter

Questo post è stato scritto da: ireali

Nessun commento

Lascia un commento