post icon

Rami firma la campagna pubblicitaria che conquista Parigi

La campagna firmata da Rami nel viale di ingresso alla fiera

Con l?esercito degli imprenditori pratesi presenti alla fiera tessile Premi?re Vision ce n?? uno che sta conquistando Parigi tappezzandola di manifesti di colori sgargianti e di tutte le dimensioni. L?operazione immagine firmata da Riccardo Rami, titolare di uno studio di consulenza stilistica con quartier generale in piazza Mercatale e socio in affari di John Malkovich, non ? passata inosservata nella ville Lumi?re a tutti coloro che, scendendo dalla metropolitana per entrare nel salone di scena al polo fieristico di Villepinte, si sono imbattuti nei cartelloni pubblicitari made in Prato. L?impatto visivo ? forte: complice la scelta del fucsia e del verde, e di slogan capaci di evocare un?esperienza emozionale. ?Mi fa piacere che in tanti li abbiano notati e soprattutto che abbiano riconosciuto il nostro logo ? dichiara Rami raggiunto telefonicamente in fiera – vuol dire che la campagna ha funzionato. E? un lavoro che abbiamo realizzato per un?azienda di Istanbul con cui collaboriamo da diverso tempo, e ne sono rimasti molto contenti?. Non si tratta di un cliente qualunque, ma del maggiore produttore mondiale di viscosa melange, Kivan?, che per realizzare coordinato d?immagine e pubblicit? ha investito diverse decine di migliaia di euro. ?Pensate che il manifesto pi? grande che si trova proprio all?ingresso del polo fieristico e misura 70 metri quadrati per dieci ? dice Rami ? ? enorme. Si trovano tutti intorno alla fiera e nelle zone limitrofe, non solo manifesti ma anche pannelli pi? piccoli e banner display?. La campagna promuove due prodotti: Tencel e Modal, fibre artificiali derivate dalla cellulosa, brevettate da un?azienda austriaca.

La tipologia di prodotti ha ispirato agli autori della campagna promozionale due diversi manifesti: quello fucsia che raffigura un occhio, una mano e un cuore evocando le esperienze sensoriali del vedere, toccare e sentire, come recita lo slogan; e quello verde, che invece rimanda alla natura con l?immagine del sole, dell?acqua e del legno.

?Abbiamo giocato coi colori scegliendo tonalit? molto accese – continua Rami – si tratta della seconda campagna che realizziamo per quest?azienda turca, rimasta molto soddisfatta del ritorno a livello pubblicitario. Da quello che ho potuto vedere anche ai singoli imprenditori pratesi non manca la voglia di investire in comunicazione ? conclude ?quello che manca semmai ? un?immagine di Prato, la cui percezione all?esterno non corrisponde alla realt? n? si avvicina alle sue reali potenzialit??. (barbaraburzi)

  • Facebook
  • Twitter
19 febbraio 2014

Questo post è stato scritto da: ireali

Nessun commento

Lascia un commento