post icon

Pratotrade, Un portale per vendere i tessuti “pronti”

Pratotrade ? una parola chiave di questo periodo grazie a un pacchetto di progetti che ha messo in cantiere e che stanno riscuotendo successo tra i soci e non solo. ?Sono progetti che partiranno in autunno – spiega il neo presidente Roberto Rosati – a cui si sono iscritti numerosi soci. Addirittura stiamo per iscrivere altre 10 nuove aziende, soci che avevano lasciato per la maggior parte. Torniamo ad essere uniti e c?? un?idea condivisa per cui Prato deve presentarsi sui mercati compatto e con progetti comuni?.
Sui progetti Rosati tiene la bocca chiusa ma ormai sono in troppi a conoscere i piani per riuscire a mantenere il riserbo. E comunque oggi in fiera tutti ne parleranno ai propri clienti.
Il progetto considerato pi? importante prevede l?accensione (si parla di ottobre) di un portale dove i soci di Pratotrade potranno inserire le loro collezioni (o comunque i dieci tessuti top) di cui hanno disponibilit? immediata. Accedento a questo portale i clienti, anche quelli pi? piccoli che non sarebbero in grado di raggiungere le aziende pratesi con i contatti ordinari, possono fare ordini o ottenere di vedere le collezioni complete magari partendo da una tipologia di prodotto disponibile.
Un?idea che piace perch? permetterebbe alle aziende di raggiungere anche quei mercati non presidiati e di riuscire a non perdere i lotti di quantit? minime per cui Prato potr? avere un futuro. Uno spazio da riempire a cui Cina e Turchia non possono neppure fare l?occhiolino. (ileniareali)

  • Facebook
  • Twitter
8 settembre 2014

Questo post è stato scritto da: ireali

Nessun commento

Lascia un commento