post icon

Tanta gente e col sorriso: voto ottimo per il primo giorno di Milano Unica

Tanta gente come questa edizione non si era mai vista. I corridoi di Milano Unica sono pieni e viene sfatato il fatto che la mattina del primo giorno l?affluenza ? bassa. Molti clienti e secondo gli imprenditori pratesi anche di qualit?. E qualit? per Prato vuol dire che ci sono anche clienti che arrivano dall?Oriente. Tre i motivi di questa affluenza degna di nota. Il primo ? la presenza a Milano, a Rho Pero, della fiera della pelle. Nelle case di moda spesso i buyer sono gli stessi e quindi ci si ? organizzati per andare il primo giorno a Milano Unica e domani, giorno in cui comincia Linea Pelle a Rho. Il secondo motivo ? il fatto che il settore tessile tentenna assai meno rispetto agli anni passati e quindi c?? un po? pi? movimento e di conseguenza ottimismo. Il terzo ? la presenza di uno spazio con espositori giapponesi e quindi l?inizio di una collaborazione tra Italia e Giappone. ?Una collaborazione interessante ? commenta Andrea Cavicchi ? perch? i giapponesi sono nel mondo, insieme a noi, il popolo con una sensibilit? maggiore per la qualit? e la ricerca. Lavorare insieme, anche nella promozione dei prodotti, ci serve moltissimo. E secondo me ? il paese con cui allearsi per ottenere sempre migliori risultati?.

Una fiera piena di gente e con tanta voglia di fare rappresentata alla cerimonia di inaugurazione da Oscar Farinetti di Eataly ma anche da tanti imprenditori sorridenti. ?Venire qui ? ha commentato il sindaco Matteo Biffoni ? serve per fare il pieno di fiducia e qualit?. Si percepisce che c?? un?inversione di tendenza del settore e una rinnovata voglia di fare. Una sensazione che voglio riportare a Prato dove ancora pesa, anche emotivamente, la cappa della crisi?.

Un concetto ripreso anche dall?assessore alle attivit? produttive Daniela Toccafondi. ?Si respira voglia di innovare, capacit? di fare. Abbiamo la sensazione che si debba metterci in gioco insieme e lavorare per ricreare un ?tessuto comune?. Per questo come giunta ci saremo tutte le volte che gli imprenditori vorranno averci al loro fianco?.

Un ottimismo tra gli imprenditori che viene anche dai buoni risultati ottenuti nei primi mesi del 2014 . I primi mesi l?export di tessuti italiani ? cresciuto del 4,2%? mentre l?import, tornato positivo gi? dal 2013 irrobustisce? l?incremento al 7,5%, un dato che potrebbe far pensare alla ripresa della domanda interna.

Il saldo commerciale della tessitura italiana nei primi quattro mesi dell?anno ha raggiunto i 577 milioni di euro. L?export in Italia ? salito a due cifre su tutti i settori prodotti a Prato: pi? 4,1% per i pettinati, 3,2% per i cardati, pi? 6,1 per i tessuti lanieri. Bene anche i mercati con cui si rapporta il nostro distretto con un pi? 14,9 per cento di esportazioni verso gli Stati Uniti.

  • Facebook
  • Twitter
9 settembre 2014

Questo post è stato scritto da: ireali

Nessun commento

Lascia un commento