post icon

Premiere Vision, un primo giorno da incorniciare

C? ? chi (come l?imprenditore Sandro Ciardi) ? passato da Monaco, chi invece (come Riccardo Marini) ? partito in auto. O ancora c?? chi ha dovuto passare da Amsterdam come Alessandro Benelli. Poi c?? chi aveva prenotato volando con compagnie diverse da Air France (o ? partito domenica) che non ha avuto problemi. Non ? mancato neppure chi invece, come il presidente della Camera di commercio Luca Giusti, non ? riuscito a partire perch? ha avuto annullato sia il volo di andata sia del ritorno. I disagi non sono mancati in questo primo giorno di fiera del tessile ma il sipario di Premiere Vision si ? alzato e nessuno stand delle imprese pratesi si ? fatto trovare impreparato. Collezioni e commerciali, del resto, erano partiti in anticipo.

E soprattutto i disagi non sono riusciti a spengere quello che sembra confermarsi un anno col sorriso. Soddisfazione generale per Munich Fabric Start, per Milano Unica e ora anche per il primo giorno di Premiere Vision ?Il mio ? un commento positivo?, esordisce Andrea Cavicchi, presidente dell’U nione industriale pratese. ?Sin dall’apertura, addirittura a partire dalle 9, c’era gi? in fiera un sacco di persone. Ancora non siamo in grado di fare l’inventario di chi ? venuto e di chi invece non ce l’ha fatta ad arrivare ma nonostante lo sciopero che ha sicuramente creato disagio, ? andata bene. Chiss? che risultato sarebbe stato senza sciopero?. A Parigi si sono gi? visti molti orientali: Corea, Giappone i paesi pi? rappresentati, in calo i cinesi. Sono tornati perfino gli italiani. ?Per me come azienda ? aggiunge Cavicchi ? la tendenza ? ottima. Le pellicce si vedono ovunque. E tante finte pellicce, naturali o con fantasie disegnate, geometriche. Anche cose molto fantasiose. Basta vedere le vetrine: da Luisa Via Roma c’erano tutte pellicce cos? come da Colette a Parigi?. E se Cavicchi, con la sua Furpile pu? sorridere anche a Prato non va peggio. La lana sembra farla da padrona. I primi dati del terzo trimestre mettono in evidenza che c’? una grande ripresa sull’export e per tutti i valori, filati, tessuti e maglieria. (ileniareali)

  • Facebook
  • Twitter
16 settembre 2014

Questo post è stato scritto da: ireali

Nessun commento

Lascia un commento