post icon

Conto alla rovescia per la nuova edizione di Premi?re Vision: meno espositori, ma l’offerta si rinnova

PREMIEREPREMIERE VISION. La stagione delle fiere prosegue con uno degli appuntamenti pi? attesi dai produttori del comparto tessile: il salone di Premi?re Vision, che aprir? i battenti domattina al Parc des Expositions Nord Villepinte di Parigi. In primo piano, gli imprenditori del distretto, metteranno le collezioni dei tessuti per la primavera-estate 2017 gi? presentate a New York e Milano e pronte per la vetrina commerciale in mostra fino a gioved? 18 febbraio nella capitale francese. Per dare un?idea della grandezza e dell?importanza dell?evento per gli addetti ai lavori, basti pensare che la manifestazione riunisce in un unico spazio espositivo ben sei saloni – filati, tessuti, pelle, studi stile, accessori e confezione – per un totale di 1.725 espositori di 52 diversi paesi (in testa l?Italia con 671 aziende) che esporranno le loro creazioni davanti a un pubblico di visitatori (pi? di 600mila per ogni stagione, di cui il 74% internazionali) provenienti da tutto il mondo. A fronte di un lieve calo di adesioni, intorno al 4% rispetto a febbraio 2015 quando gli espositori erano 1.793, si registra per questa edizione un numero maggiore di aziende che si affacciano a Premi?re Vision per la prima volta, ovvero 145 nuovi espositori contro i 128 dell?edizione precedente. Sono 19, invece, le aziende che faranno ritorno a Parigi dopo qualche anno di assenza a conferma del fatto che Premi?re Vision rappresenta per gli operatori dell?industria del tessile abbigliamento un evento unico per la variet? e l?eccellenza dell?offerta espositiva.

?Il numero totale di espositori ? sceso, in linea con l?andamento del mercato, ma le dinamiche dell?offerta restano forti – commenta Gilles Lasbordes, vicedirettore di Premi?re Vision – Quest?edizione dar? il benvenuto a 145 nuove aziende espositrici, contro 128 di febbraio 2015, inoltre, il salone occupa lo stesso spazio espositivo dello scorso anno. Questi due indicatori mostrano la rinnovata fiducia dei nostri espositori nell?evento di PV. Da un punto di vista economico, il contesto attuale si riflette in una serie di cambiamenti nel settore dell?industria: stiamo assistendo a raggruppamenti all?interno delle stesse societ?, fusioni e acquisizioni, ma anche chiusure e riposizionamenti. Questi sviluppi hanno avuto un impatto significativo sui nostri espositori, in particolare sulle aziende pi? piccole che sono anche le pi? fragili?.

La tre giorni parigina sar? scandita da numerosi appuntamenti in calendario. Il primo ? fissato per domani alle 15 (sala 501 del padiglione 5), con replica gioved? 18 alle 14, con una conferenza tenuta dall?osservatorio economico dell?Istituto francese della moda (IFM) sul nuovo panorama del sourcing globale con focus su come l?euro ha rimescolato le carte. L?accesso ? libero. Pi? tardi, alle ore 16 (sale 501/502 del padiglione 5) si terr? un seminario sulle tendenze dei tessuti che sar? replicato gioved? alle 18. Sempre domani, alle 13, da segnalare la cerimonia di premiazione del Leather Accessory Prize, il concorso organizzato dalla Scuola Nazionale Superiore di Arti Decorative di Parigi.

(b.b.)

  • Facebook
  • Twitter

Questo post è stato scritto da: ireali

Nessun commento

Lascia un commento