post icon

PV svela i dettagli di “Blossom”: la fiera di luglio ? su invito

mariniLa partecipazione sar? su invito in formato pieghevole e fatto recapitare direttamente allo stand degli espositori che rientrano nel target di Blossom, la fiera parigina di precollezioni il cui nome ? stato ufficializzato in queste ultime ore a Premi?re Vision. Nessun ripensamento: l?edizione numero uno del neonato salone si sovrapporr? alla seconda edizione di ?Prima? Milano Unica nelle date del 6 e 7 luglio. Riccardo Marini del gruppo Marini Industrie ha gi? in mano il cartoncino con la richiesta di partecipazione e tutti i dettagli sul luogo e il giorno dell?evento. ?Sar? una fiera non aperta a tutti, rivolta a un pubblico e a espositori selezionati – spiega l?imprenditore – ma non ho ancora deciso a quale dei due saloni parteciper?. Dovremo certamente fare una scelta che vorrei fosse condivisa a livello nazionale. Sono a favore di una decisione collettiva, che consenta di direzionare i clienti verso un?unica manifestazione, altrimenti saremo noi aziende a rimetterci?.

Intanto da Parigi attraverso La Spola il vicedirettore del salone di PV Gilles Lasbordes fa sapere, per sgombrare il campo dalle polemiche, che le date sono state scelte dopo aver fatto un?analisi di mercato e che sono state comunicate con largo anticipo nella massima trasparenza. Sul sito sono gi? state indicate anche le date dell?edizione invernale: 13 e 14 dicembre. ?A questo proposito – aggiunge Marini – ho gi? fatto le mie rimostranze alla direzione di PV perch? ritengo che la decisione di Parigi sia penalizzante nei nostri confronti. La colpa ? da entrambe le parti: la mancanza dei francesi ? stata quella di non aver comunicato questa loro decisione agli italiani che, a loro volta, pagano lo scotto della loro indecisione. Non capisco, infatti, la titubanza iniziale di Milano a organizzare una seconda edizione di Prima, visto che aveva funzionato. A questo punto aspetteremo la visita del presidente di Milano Unica a Prato, il prossimo 23 febbraio, dopodich? prenderemo una decisione, in base anche all?orientamento degli altri distretti?.

Rigaurdo all?andamento del salone parigino in corso fino a domani al Parc des expositions di Villepinte l?opinione pi? diffusa tra i corridoi ? che quest?anno sia un po? sottotono, complici da una parte il Capodanno cinese e dall?altra la situazione internazionale dopo l?innalzamento del livello di allerta terrorismo. ?Non c?? stata molta affluenza?, sostiene Marini. Opinione condivisa anche Alessandro Benelli, presente a Parigi con la prima collezione di ?But?. ?Personalmente non mi posso lamentare – dice – ma in generale mi aspettavo di vedere pi? gente nei corridoi?. Immagine 019?Nel complesso ? stata un?edizione positiva – aggiunge Francesco Bellucci del lanificio Mario Bellucci – perch? sposa in pieno la nostra strategia: pochi clienti, ma buoni. Questa fiera, inoltre, ci aiuta a completare un giro che abbiamo gi? compiuto visitando uno ad a uno tutti i nostri clienti pi? importanti. Siamo interessati anche alla fiera di precollezioni, ma tra le due preferiamo Parigi. Una fiera milanese non ci sarebbe d?aiuto perch? il mercato italiano ? gi? coperto da una rete commerciale di agenti?.

Barbara Burzi

  • Facebook
  • Twitter
17 febbraio 2016

Questo post è stato scritto da: ireali

Nessun commento

Lascia un commento