post icon

Giovani stilisti crescono con il “Talents Lineapi?”

Alessandro Bastagli_7I7C8605-1

Metti uno stilista, fagli utilizzare un filato Lineapi? e lancialo nel firmamento della moda. Non capita mica tutti i giorni lavorare con un big dei filati di questo calibro. Nasce cos? il contest ?Talents Lineapi??, bandito dalla Fondazione facente capo all?azienda di Capalle per sostenere i talenti della moda in maglia. Non studenti freschi di scuole ma stilisti gi? attivi con un proprio marchio e una propria distribuzione. Il vincitore del premio potr? cos? usufruire di una borsa triennale che gli garantir? per sei stagioni la sponsorizzazione tecnica dei filati Lineapi? e Filclass per il proprio campionario: dal canto suo, il candidato s?impegner? a utilizzare solo filati Lineapi?.
?Vogliamo dare un?opportunit? ai giovani stilisti che verranno selezionati da una giuria composta da addetti ai lavori?, spiega Alessandro Bastagli di Lineapi?, aziende che crede molto nel valore aggiunto delle persone, visto che ne ha assunto cinquanta in pi? in organico negli ultimi due anni grazie anche all’investimento della nuova filatura a due passi dagli uffici centrali di via Brunelleschi, a Capalle. Le iscrizioni per il concorso “Talents Lineapi?” si apriranno il prossimo 15 luglio sul sito www.lineapiu.com. Intanto sono quattro le fibre pregiate che l?azienda di Capalle ha utilizzato per le collezioni dell?autunno-inverno 2018/2019: mohair dal Sudafrica, baby alpaca dal Per?, cammello baby dagli altipiani della Mongolia, yak baby dalle montagne sacre del Tibet. Quattro materiali nobili che diventano anche storie di popoli, di luoghi suggestivi ed evocativi che raccontano il rapporto tra l?uomo e la natura, intrecciando antiche tradizioni tessili, vero filo conduttore di questa edizione di Pitti Filati che chiuder? i battenti venerd? 30 giugno.
Maria Lardara

  • Facebook
  • Twitter
29 giugno 2017

Questo post è stato scritto da: marialardara

Nessun commento

Lascia un commento