1 0 Archive | Milano Unica RSS feed for this section
post icon

Milano col sorriso nonostante i dati (negativi)

Silvio Albini

Una Milano Unica che parte con il sorriso. Il sorriso dei pi? grandi imprenditori tessili italiani: da Zegna a Cucinelli passando per Marzotto. “Va meglio, molto meglio”, e’ la parola d’ordine prima dell’inizio della diciassettesima edizione dei tessuti Made in Italy con 432 imprese espositrici. Un ottimismo diffuso che non si vedeva da anni nonostante dai numeri ancora segnali positivi non se ? vedano.”Abbiamo un numero di aziende pi? basso del solito perch? le aziende purtroppo sono sempre meno ma quelle che ci sono sono cresciute molte”, ha esordito il presidente della fiera lombarda Silvio Albini.

“Il primo semestre del 2013 – ha commentato il presidente nel discorso di presentazione – ha registrato un ulteriore decremento. Il settimo decremento consecutivo. Un calo per? inferiore che ci fa pensare a un lieve miglioramento. Sono le vendite di tessuti in lana ad aver avuto il calo maggiore con un meno 6,5 per cento. Per l’export la Germania e il primo mercato di sbocco seguita da Cina e Hong Kong. Alcuni paesi come il Giappone hanno ripreso a crescere. quindi ? necessario essere negativi? Nono credo. Ci sono segnali di ripresa e si percepiscono; nel 2006 l’industria tessile italiana si pensava fosse destinata a sparire e invece cos? non ? stato. C’? stata la pi? grande crisi del dopoguerra eppure siamo cresciuti nel servizio e nel numero dei mercato in cui siamo penetrati nonostante i punti di debolezza come le dimensioni, la scarsit? di possibilit? per i giovani talenti. La filiera italiana della moda, lo vediamo chiaro,sta tornando protagonista grazie al consumatore sempre pi? attento a ci? che sceglie tenendo conto di valori ambientali e sociali. Tipici della nostra filiera”

10 settembre 2013
post icon

Prato fa moda, non solo tessuti

A Milano Unica domani comincia una nuova era per Prato. La citt? del tessile non sar? pi? solo stoffe e tessuti ma moda a tutto tondo. Dodici lanifici (24 a Parigi) avranno nei loro stand degli abiti ?confezionati.
Un messaggio per i clienti: da noi non troverete solo semilavorati ma volendo anche un servizio completo di realizzazione delle vostre collezioni. “E’ un modo per dire alle grandi maison che a Prato possono acquistare le stoffe e ritirare capi finiti di grande qualit? “, commenta il presidente del Consorzio Prato Trade Sandro Ciardi.

Di fatto e’ l’inizio di una collaborazione tra aziende del distretto produttrici di stoffe e della confezione che trova il suo punto di partenza in Prato Valley, un progetto di rete della Camera di commercio di Prato.

Ecco le aziende che hanno aderito al progetto: Efilan,?? Emmeci/ Emmetex, Furpile Idea, Lanificio Cangioli, Lanificio Caverni & Gramigni, Lanificio Corti Marcello, Lanificio Europa, Lanificio Faliero Sarti, Lanificio Fortex,?? ?Lanificio Roma,?? LDS,?? Leathertex, Linea Ross, Linea tessile italiana,?? Marini Industrie, Menchi Tessuti e Pontetorto.

9 settembre 2013
post icon

Prato in massa a Milano Unica

Mentre a Monaco di Baviera si ? chiusa la fiera tedesca in Italia si comincia con il conto alla rovescia per la fiera Milano Unica a cui quest’anno parteciperanno 46 aziende pratesi. Un numero che riporta indietro negli anni quando Prato era nell’organizzazione della kermesse del made in Italy. Un gran ritorno a Milano dove al taglio del nastro parteciper? il vice ministro Carlo Calenda. Con lui, il 10 settembre alle ore 11, nella sala Bolaffio della Fieramilanocity, interverranno il presidente di Milano Unica Silvio Albini, l’assessore alle politiche per il lavoro Cristina Tajani, il direttore artistico di Missoni Angela Missoni e il presidente di Sistema Moda Italia Claudio Marenzi. Alle 20 trasferimento nella prestigiosa galleria Vittorio Emanuele per la sfilata evento.

Ecco l’elenco delle aziende pratesi che parteciperanno a Milano Unica

ACCENTI SRL

BOLOGNINI SRL
CAVERNI & GRAMIGNI SPA
CIABATTI SRL TESSUTI A MAGLIA
COMPAGNIA TESSILE SPA
DELFI SRL
DINAMO CONTEMPORARY FABRICS
DUEMILAGORI SPA
EFILAN SRL
ELIO BRINI & C. SRL
FABRICA TESSUTI SRL
FIORENZATULLE SPA
FORDIANI RICCARDO & C. SAS
FURPILE IDEA SPA
INWOOL JERSEY SRL
L.D.S. LINEAESSE
LAN. EUROPA SNC
LANIFICIO CANGIOLI 1859 SPA
LANIFICIO CORTI MARCELLO SRL
LANIFICIO FORTEX SPA
LANIFICIO LAMBERTO SRL U.S.
LANIFICIO NENCINI SRL
LANIFICIO ROMA SRL
LANIFICIO VALLOMBROSA SRL
LEATHERTEX SRL
LEOMASTER SPA
LINEA ROSS SPA
LINEA TESSILE ITALIANA SPA
M.T.S.LINEA ABBILGIAMENTO SRL
MANIFATTURA EMMETEX SPA
MANTECO SPA
MARINI INDUSTRIE SPA
MARIO BELLUCCI
MENCHI TESSUTI SPA
MICROTEX COTTON CLUB SPA
MILIOR SPA
MY WAY INTERNATIONAL SPA
NALYA SPA
PONTETORTO SPA
PULCRA SRL
ROMA SERVICE
SINTOPEL SRL
TARGET SRL TESSUTI A MAGLIA
TEAM TEX SRL
TESSILE FIORENTINA COMPANY
ULTRA SRL
6 settembre 2013
post icon

Milano Unica chiude con pi? visitatori dell’anno scorso: raggiunta quota 19mila

La XVI edizione di Milano Unica a cui hanno partecipato 417 espositori e nella quale sono state presentate le collezioni di tessuti e di accessori per la stagione Primavera/Estate 2014, si ? conclusa con una confortante ripresa delle presenze. Dai tre giorni milanesi ? venuto, chiaro e forte, un messaggio positivo per il comparto, nonostante le tante difficolt? che devono affrontare le imprese italiane, dovute sia ai costi di produzione che alla debolezza del mercato domestico e di quello europeo. Difficolt? sottolineate durante la cerimonia di inaugurazione da Silvio Albini, Presidente di Milano Unica, e da Michele Tronconi, Presidente di Sistema Moda Italia.

Il Salone milanese del tessuto e accessorio italiano ed europeo di qualit? ? stato visitato da oltre 19.000 visitatori (con presenze in crescita del 5,5% rispetto all?edizione del Febbraio 2012, determinate dal maggior afflusso di clienti italiani).

Le presenze straniere sono risultate leggermente in calo (-2% dopo essere risultare in crescita nelle due precedenti analoghe fiere), spiegabile con la concomitanza del Capodanno cinese e della Fiera del tessile di Monaco. (altro…)

post icon

Le ballerine e le spose del mondo parlano “pratese”

Il responsabile della produzione di Fiorenza tull?

C’? una piccola filiera del tull? in via Toscana. E’ la filiera del gruppo Fiorenza tull? che vende la preziosa stoffa e che la produce grazie a una speciale tintoria interna, la Giotto. Una nicchia del tessuto che soffre della concorrenza cinese (ma in particolar modo per la qualit? bassa) ma che riesce a salvarsi grazie alle spose e ai loro splendidi abiti e alle ballerine coi loro soffici costumi. “La Cina – spiega Saverio Petracchi, responsabile delle vendite dell’azienda – ci fa concorrenza in particolare sul carnevale, su quegli abiti in cui non ? richiesta qualit?. Mentre quando si passa alla danza ? necessario avere una qualit? che ancora non sono in grado di fare”.

post icon

Un outlet e un marchio per i foulard di Pulcra

Stefano Marsili di Pulcra

Nastri, tull? e accessori. Prato non ? solo tessile tradizionale e nel distretto si possono trovare aziende che hanno diversificato la propria produzione. e’ il caso di Stefano Marsili che la sua azienda l’ha trasformata ormai anni e anni fa. “Facevamo tessuti tradizionali- dice – e cominciammo anche a fare accessori, foulard, per i nostri clienti. Alla fine vedemmo che per gli accessori andavamo meglio e che i clienti pagavano con tempi diversi, pi? favorevoli. Decidemmo quindi di spostarci in quel settore”.
Ora la sua azienda, la “trentenne” Pulcra, ha 14 dipendenti e sei milioni di euro di giro d’affari. E soprattutto, dopo l’apertura dell’outlet in via Montalese a Montemurlo (dove si trovano decine e decine di foulard a prezzi bassissimi), punta a creare un marchio. “Vogliamo incrementare i nostri rapporti con la Cina – conclude Marsili – e per andare l? ? necessario creare un marchio per essere riconoscibili”.

post icon

“Le aziende di Prato sono coraggiose”

Le aziende di Prato mi piacciono perch? fanno ricerca, sono innovative e hanno coraggio. A dirlo ? Franziska Froemel, manager della Marni, mentre scegli i tessuti per la nuova collezione a Milano Unica.
“Sono molto aperti alle novit? e grandi intenditori di finissaggio: due caratteristiche che li rendono competitivi”.
Se a qualcosa devono fare attenzione ? alla logistica e all’organizzazione interna alle loro ditte. Parola di cliente.

7 febbraio 2013
post icon
7 febbraio 2013
post icon
7 febbraio 2013
post icon
7 febbraio 2013