1 0 Archive | Pitti Filati RSS feed for this section
post icon

I punti maglia nell’Archivio Lineapi?

Firenze. L?archivio storico Lineapi? inaugurato lo scorso novembre, ha aperto? una nuova sezione dedicata esclusivamente all?esposizione dei punti maglia. La sala raccoglie una selezione di circa 3.000 teli ? suddivisi in 20 differenti tipologie di lavorazione – che l?azienda del distretto pratese, ha realizzato in quasi quarant?anni di storia, al fine di meglio esprimere le caratteristiche tecniche ed estetiche dei propri filati. Prendono il nome di ?Teli Promozione? e sono una vera e propria sintesi tra forma e sostanza, contenente e contenuto, dove la struttura ? al contempo decoro. I teli sono esposti a vista, senza alcun filtro, immediatamente accessibili al desiderio e alla curiosit?. (altro…)

23 gennaio 2013
post icon

Museo del tessuto, il vintage in mostra

Il museo del tessuto di Prato ? ospite della mostra vintage selection, evento collaterale a Pitti Immagine Filati. ?In 800 metri quadri di esposizione e con oltre 120 oggetti tra capi d’abbigliamento, accessori e tessuti – spiega Daniela Degl’innocenti curatrice e conservatrice del Museo – la mostra illustra per la prima volta come la pratica dell’usato sia stata capace nel tempo di caricare i concetti di vissuto e second hand, di un irresistibile fascino generando un vero e proprio fenomeno di costume?. Il percorso si sviluppa in diverse tappe; la moda di strada, l?alta moda, il collezionismo vintage per mestiere e per passione trovato negli archivi d’impresa, il vintage concettuale, la celebrazione del fenomeno attraverso i media e l’imitazione dell’aspetto vissuto con i degradi ad arte.
Dal denim al militare e dall’eskimo agli abiti hippie. Dai capi anni Cinquanta e Sessanta di Dior, Cardin, Balenciaga, Chanel a quelli anni Ottanta e Novanta di Valentino, YSL, Thierry Mugler e Issey Miyake. Infine, icone fashion come la Bamboo Bag di Gucci, le calzature di Salvatore Ferragamo, le fantasie di Pucci e i cappotti di Max Mara raccontano come il successo del luxury vintage abbia influenzato le grandi maison nel valorizzare il proprio patrimonio attraverso nuove interpretazioni di pezzi storici.
La mostra verr? inaugurata domani alle 16 e rester? aperta fino al 30 maggio con il seguente orario; da marted? a venerd? 10.00 – 18.00, sabato e domenica 10.00 – 19.00
Giorno di chiusura: luned? BIGLIETTI Intero euro 8,00 / Ridotto euro 6,00

post icon

Il fatturato 2012 chiude a -7%

Nel 2012 la filatura italiana ha visto? interrompersi il trend favorevole ripartito nel 2010: secondo le stime preliminari elaborate da Sistema Moda Italia e diffuse alla vigilia di Pitti Filati (23-25 gennaio a Firenze), il fatturato del settore dovrebbe archiviare l?anno appena concluso con un decremento del -7% (pari a 3.141 milioni di euro). D?altra parte hanno perso tono sia la domanda estera che la domanda interna intra-filiera (-18,5%), con cali per i filati di lana e cotone. Risulta invece piuttosto stabile la domanda di filato liniero. Il valore della produzione italiana, dopo i rimbalzi del 2010-2011, assiste ad un ridimensionamento, stimato in particolare in una variazione del -13,1%. Per l?export si stima un decremento medio annuo del -7,5%, per l?import del -19,1%. Per la filatura italiana nel 2012 torna per? positivo il saldo commerciale con l?estero. Analizzando il dettaglio si nota che nei primi nove mesi del 2012 ? rimasto stabile l?export di filati cardati di lana (+0,4%), mentre ? calato quello di filati pettinati di lana (-7,1%), misti chico/lana (-10,9%), cotone (-21,2%). In decrescita anche l?import di filati di cotone (-35,8%), cardati (-16,3%), pettinati (-12,1%), misti chimico/lana (-17,7%). Insomma dopo un biennio di ripresa, nel 2012 la filatura italiana ha perso lo slancio.

post icon

Ecco Pitti Filati. Lucchesi: “Ci aspettiamo una grande partecipazione”

Domani si apre alla Fortezza da Basso di Firenze, la settantaduesima? edizione di Pitti Filati, l?unica rassegna mondiale dedicata al filo. ?Da qui ? spiega Francesco Lucchesi imprenditore e ?presidente del Consorzio promozioni filati ? si decide ?la moda, per questo ci aspettiamo una grande partecipazione da parte degli addetti al settore che qui dovranno acquistare la materia prima per i capi estivi?. Dal 23 al 25 gennaio Firenze diventa la capitale delle collezioni per la primavera/estate 2014. ?Le tendenze moda ? precisa Lucchesi ? continuano a favorire la produzione pratese; la maglieria sta vivendo una stagione positiva soprattutto se coniugata alla ricerca e all? innovazione, aspetti tipici del distretto di Prato che continua a puntare su filati fantasia di alta qualit?.? Su cento marchi ?presenti in fiera, ventisette provengono dal distretto pratese e presenteranno collezioni innovative, fondate sulla ricerca, non solo dei fili, ma anche della loro applicazione. (altro…)