1 0 Tag Archives: Moda
post icon

Moda uomo: Londra dichiara guerra a Firenze, il Governo stanzia 1,5 milioni per Pitti

Gaetano Marzotto e Andrea Cavicchi

C’e’ una guerra che non si vede ma che ha chiamato in campo anche il Governo. È la guerra della moda che  Londra ha dichiarato a Pitti immagine. L’obiettivo non dichiarato ma evidente e’ quello di soffiare a Firenze, con la complicita’di Parigi e di New York, la leadership per la presentazione della collezione uomo costringendo la fiera. Le organizzazioni delle kermesse dei due paesi europei stanno infatti organizzando le loro sfilate costringendo Pitti a scegliere date impopolari per mantenere il legame con Milano.
Un problema non da poco perché poter contare su un Pitti immagine forte significa mantenere posizioni di leadership. Ed ecco che a Milano unica il viceministro Carlo Calenda ha annunciato di aver erogato un milione di euro (aumentabili a due) per finanziare un progetto di rilancio dell’immagine della moda italiana uomo. “Abbiamo già un progetto che consegneremo al Ministero nei prossimi giorni – ha detto Gaetano Marzotto, l’imprenditore che presiede Pitti Immagine – che punta a trasformare Firenze in capitale della moda. I contenuti sono per ora riservati”.
Si parla di iniziative con i più importanti stilisti italiani a cui Marzotto sta chiedendo la collaborazione. Iniziative che avranno anche una ripercussione su Prato. Lo sostiene Marzotto e lo conferma Andrea Cavicchi, presidente dell’Unione industriale pratese.”Sono previste -ha commentato Cavicchi – iniziative collaterali che ci riguardano. Prato e la capitale della produzione e la vicinanza con Firenze non potrà che agevolarci”.

Soprattutto se è vero, come ha sostenuto Angela Missoni, che il futuro del Made in Italy sta tutto nella capacità di comunicare eticità e valori di ogni fase di lavorazione.

post icon

Prato fa moda, non solo tessuti

A Milano Unica domani comincia una nuova era per Prato. La città del tessile non sarà più solo stoffe e tessuti ma moda a tutto tondo. Dodici lanifici (24 a Parigi) avranno nei loro stand degli abiti  confezionati.
Un messaggio per i clienti: da noi non troverete solo semilavorati ma volendo anche un servizio completo di realizzazione delle vostre collezioni. “E’ un modo per dire alle grandi maison che a Prato possono acquistare le stoffe e ritirare capi finiti di grande qualità “, commenta il presidente del Consorzio Prato Trade Sandro Ciardi.

Di fatto e’ l’inizio di una collaborazione tra aziende del distretto produttrici di stoffe e della confezione che trova il suo punto di partenza in Prato Valley, un progetto di rete della Camera di commercio di Prato.

Ecco le aziende che hanno aderito al progetto: Efilan,   Emmeci/ Emmetex, Furpile Idea, Lanificio Cangioli, Lanificio Caverni & Gramigni, Lanificio Corti Marcello, Lanificio Europa, Lanificio Faliero Sarti, Lanificio Fortex,    Lanificio Roma,   LDS,   Leathertex, Linea Ross, Linea tessile italiana,   Marini Industrie, Menchi Tessuti e Pontetorto.

9 settembre 2013
post icon

La fantasia di Prato torna di moda

Tessuti fantasia e disegnati. Effetti madras e tanti quadri. Filati intrecciati e colorati.  La moda per l’autunno inverno (per le stoffe, si parla della stagione 2014-2015) tende la mano a Prato prevedendo di lanciare abiti realizzati con  lavorazioni in cui la città eccelle. Un’opportunità senza dubbio per il lavoro “prezioso” che le aziende sanno intessere e che ancora le distingue dai concorrenti.

Le fiere, si parte. Alle fiere in programma per tutto il mese di settembre (Monaco 3-5 settembre, Milano Unica 10-12 settembre, Parigi 17-19 settembre) i pratesi che girano in massa per le capitali della moda europee avranno la chance quindi di mettere in risalto tutte le loro capacità e lo faranno in un momento in cui, spiega Sandro Ciardi, presidente del consorzio di Prato Trade,  “si torna a parlare di ripresa” e “con gli imprenditori pieni di aspettative”.

Stoffe e abiti, un tourbillon. Aspettative legate quindi al fatto che i tessuti in cui Prato è leader saranno di gran moda, alla ripresa che sembra alle porte ma anche al clima che si crea a settembre, mese in cui fiere delle stoffe e passerelle di moda si mescolano (la prossima settimana sono in programma le sfilate di New York e in contemporanea con Premiere Vision quelle di Milano).

2 settembre 2013
post icon

“Le aziende di Prato sono coraggiose”

Le aziende di Prato mi piacciono perché fanno ricerca, sono innovative e hanno coraggio. A dirlo è Franziska Froemel, manager della Marni, mentre scegli i tessuti per la nuova collezione a Milano Unica.
“Sono molto aperti alle novità e grandi intenditori di finissaggio: due caratteristiche che li rendono competitivi”.
Se a qualcosa devono fare attenzione è alla logistica e all’organizzazione interna alle loro ditte. Parola di cliente.

7 febbraio 2013
post icon

Le collezioni potrebbero ispirare i pronto moda. Parola di Polimoda

L’altra faccia di Pitti Immagine Filati, quella dei visitatori, promuove la manifestazione, anche se muove una critica alla tempistica. “La fiera è sicuramente interessante – spiega il professor Moretti docenti del Polimoda  – ma non è facile riuscire a prevedere le tendenze della moda che indosseremo fra due estati, del resto si stanno concretizzando in questi giorni gli ordini della prossima stagione invernale.” Il rischio è di bruciare in parte gli input che potrebbero essere raccolti dal pronto moda addirittura per gli abiti della primavera estate 2013.

(altro…)

24 gennaio 2013