Vita da cani & C. Niki Bau Bau

Green Hill nuovo processo

Il pubblico ministero di Brescia Ambrogio ha chiesto cinque condanne nell’ambito del processo Green Hill bis a carico di due veterinari dell’ex ASL e tre dipendenti dell’allevamento per cani beagle a Montichiari. La struttura era stata messa sotto sequestro nell’estate del 2012, pochi mesi dopo il blitz degli animalisti che avevano ‘liberato’ molti cuccioli. Il Pm ha chiesto una condanna a due anni per i due veterinari, accusati a vario titolo di concorso in maltrattamento e uccisione di animali, falsa testimonianza, omessa denuncia e falso ideologico. Chiesta piu’ la condanna a 10 mesi per i tre dipendenti accusati di falsa testimonianza. L’Ente Nazionale Protezione animali, nel procedimento giudiziario e’ parte civile. “Dalla tesi accusatoria sono emersi i forti i legami tra i due veterinari della ASL, imputati in questo processo, e Green Hill; legami che hanno reso possibile la situazione di gravissima illegalita’, accertata gia’ in primo e secondo secondo grado nel “procedimento principale” spiega l’avvocato Valentina Stefutti, legale di Enpa.

“Ci auguriamo – afferma la LAV – che attraverso questo nuovo processo oltre a tutte le responsabilità degli esecutori, si arrivi al più presto ad accertare anche quelle degli altri soggetti coinvolti nei controlli, che con le loro omissioni hanno permesso tali morti e maltrattamenti, anche in considerazione della gravità dei reati riscontrati già nel processo di primo grado”.

Federazione italiana associazioni diritti animali e ambiente

  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • Twitter